Archivi del mese luglio, 2011

CONTO FINECO GIOVANI – FINECO

fineco-giovani

Conto Fineco Giovani, è un conto pensato proprio per i giovani, sia lavoratori che studenti che prevede il sostenimento di zero speso per la gestione del conto corrente. è previsto il pagamento di un’imposta di bollo di 34,20 euro e che prevede l’applicazione di un tasso di interesse attivo sul conto corrente dello 0,20%. Se si preleva del denaro dallo sportello, la transazione ha un costo di 2,95 euro.

Il bonifico che può essere eseguito tramite sportello e anche online si pagano, mentre la registrazione delle operazioni e il prelievo all’estero, al contrario, sono dei servizi che non comportano alcun costo per il titolare del conto. Il Conto Fineco Giovani, per di più, dà l’opportunità di ricaricare gratis la carta prepagata che è collegata al proprio conto corrente.

Fineco

fineco.jpg

Fineco ha creato un conto corrente, pensato proprio in favore di chi non ha molto tempo a disposizione e che permette di eseguire le operazioni di versamento direttamente al Bancomat. La Fineco, mette a disposizione un conto corrente online gratuito in favore di chi ha bisogno di domiciliare lo stipendio sul conto corrente e può fare un accredito di almeno 1.500 euro. Al titolare del conto corrente viene consegnata gratis un carta polifunzionale che si può adoperare sia come carta di credito che come bancomat. Quando si preleva dallo sportello ATM, le commissioni non vengono pagate e questo vale per ogni sportello bancario. È rilasciata gratuitamente un’unica card multifunzione, utilizzabile sia come carta di credito che come bancomat, con prelievi bancomat esenti da commissioni su qualunque sportello, anche di altre banche partner. Altra peculiarità importante del prodotto é la possibilità di pagare sulla rete gli acquisti a rate, in modo sicuro e al riparo di eventuali raggiri.

Miglior Conto corrente Mediolanum Freedom Bank

mediolanum-freedom

Banca Mediolanum Freedom si presenta come un conto soddisfa le esigenze dei propri clienti a delle condizioni davvero interessanti il tuo account. Il Conto come suggerisce il nome, è una vera boccata di aria fresca e la sua retribuzione arriva fino al 3%.

Il Tasso di interesse del 3% T.A.E. (2,978% all’anno fino al 31/12/2011) presenta saldi medi più elevati di 15.000 euro a 1.000.000 euro.

• Il pagamento di interessi semestrali.

• Durata del contratto: fino al 31/07/2011.

• Per gli individui.

OFFERTA ESCLUSIVA PER NUOVI CLIENTI servizi include:

• Telefono Banking Service, Televideo e Internet.

• Avvisi SMS per ricevere informazioni sulle transazioni e lo stato del proprio account.

• Consultazioni e prelievi di contante in oltre 30.000 sportelli automatici Servired.

• i trasferimenti nazionali.

• I trasferimenti in euro presso gli Stati dello Spazio economico europeo, fino a 50.000 euro (3).

• carta di credito Visa Electron.

• emissione di assegni bancari.

• domiciliare.

• Estratto conto trimestrale.

L’istituzione finanziaria decide di chiudere il conto

come-chiudere-conto-corrente-bancario

L’istituto finanziario (banca o di cassa) deve dare un tempo ragionevole in modo da non causare disagio eccessivo al proprio cliente. Il modo normale è quello di inviare una lettera raccomandata con avviso di ritorno nella quale si espongono le motivazioni del provvedimento che si intende porre in essere.

La banca, il cui obiettivo è quello di non dimenticare di fare un profitto, può chiudere il conto se pensa che non sia sufficientemente redditizio. Tuttavia, questa possibilità dovrebbe essere prevista nel contratto e l’entità deve avere ragionevoli motivi per cancellare il vostro conto, ed in ogni modo deve dare preavviso al titolare. Alcuni contratti possono prevedere la chiusura di un conto, quando non c’è stato alcun movimento in un periodo specifico (per esempio 9 mesi, 12 mesi). Ovviamente, se si è in presenza di un abuso o di negligenza nella gestione del conto, la banca può chiudere subito dopo aver tanto il preavviso in conformità alle prescrizioni normative dettate dalle norme in materia finanziaria.

Le spese di un conto corrente bancario

conto_corrente_soldi

Chi vuole tenere un conto corrente deve sapere che vi sono dei costi da sostenere nel corso dell’anno.

Questi costi derivano dal fatto che bisogna pagare a intervalli delle spese di gestione all’Istituto di credito.

Adesso vi indichiamo le spese che si devono affrontare .

Le principali sono: le spese di registrazione per singole operazioni, le spese per l‘esecuzione delle transazioni poste in essere mediante bonifico bancario, ad esempio quando bisogna eseguire un pagamento in favore di qualcuno. Poi vi sono dei costi relativi alla tenuta della come bonifici, prelievi o pagamenti; le spese annuali della carta bancomat e/o della carta di credito; le spese di invio dell‘estratto conto; le spese di custodia titoli, se si possiede anche un conto titoli; sul conto corrente bancario si pagano anche delle spese di chiusura periodica: vengono addebitate al cliente alla fine di ciascun anno solare o di ciascun periodo intermedio in cui sia avvenuto il conteggio di interessi e spese; la commissione di massimo scoperto trimestrale che viene addebitata dalla banca sulla punta massima di scoperto raggiunta nel trimestre precedente; e per finire il bollo sull‘estratto contadi circa euro 34,20 all‘anno.

Imposta di bollo

9216248_conto-corrente-alcune-sull-8217-imposta-di-bollo-0

L’imposta di bollo è un costo che troviamo in ogni conto corrente cheè possibile aprire in tutto il nostro paese. Questo onere lo vediamo addebitato nella voce dei costi del nostro estratto conto ogni 3 mesi ed è di 8,55 euro. Se si fa il conti ogni anno si pagano all’incirca 34,20 euro per la gestione del conto corrente ed è purtroppo un costo previsto dalla legge e che vediamo applicare da ogni istituto bancario.

Ci si chiede in che modo è possibile risparmiare questi soldi. Di solito le banche tendono a non rimborsare l’imposta di e forse l’unica soluzione praticabile è quella di domandare all’istituto di credito se è possibile ottenere la sostituzione per un prodotto che consenta di ricevere un abbuono per tale voce di costo. Ci sono delle Banche che presentano dei conti online che adottano una politica per fidelizzare i clienti e che prevede il rimborso dell’imposta di bollo.

Conto BancoPosta Click

default-logo_new

Il conto BancoPosta click è un conto che non presenta costi fissi e che si può gestire in modo agevole, istantaneo e appropriato tranquillamente dal proprio personal computer o anche mediante un telefonino cellulare che sia collegato al pc. Il conto si presenta alla sua clientela facile e sicuro da usare, inoltre vi è una novità interessante che riguarda il fatto che per tutto il 2011 vi sarà rinosciuto un tasso di interesse lordo pari al 2% e non avrete alcun costo fisso da pagare, non vi è alcun canone annuo da corrispondere ed entrerete in possesso di una carta Postamat click gratuitamente oppure di una carta di credito Credit-Easy.Inoltre è possibile ottenere gratis l’accredito dello stipendio sul proprio conto, anche la pensione o l’addebito delle bollette enel, telecom , o per qualsiasi altro servizio. Chi possiede un conto corrente BancoPosta può mandare del denaro pure mediante postagiro o con bonifico. Con il postagiro è possibile mandare dei soldi da un conto corrente postale ad un altro, se invece si opta per il bonifico si può mandare presso un altro conto bancario. È possibile anche porre in essere transazioni internazionali.

Conto Mediolanum Freedom

mediolanum-freedom

è un conto corrente bancario infruttifero, destinato all’operatività quotidiana con assegni, bancomat e carta di credito.Mediolanum Plus è la polizza di Mediolanum Vita totalmente gratuita che, grazie ad un meccanismo automatico di prelievi e versamenti tra il conto e la polizza, offre un rendimento sulla liquidità in giacenza sul conto oltre i 15.000 euro, con un investimento massimo sulla polizza di 1 milione di euro.Con Conto Freedom puoi accedere a Mediolanum Freedom Protection*, un pacchetto assicurativo per la sicurezza della tua casa e della tua famiglia. Quando il saldo del conto supera la giacenza di 17.000 euro, la liquidità oltre i 15.000 euro viene investita sulla polizza; ugualmente, quando il saldo del conto scende sotto la giacenza di 13.000 euro, viene disinvestito dalla polizza l’importo necessario a ristabilire sul conto la giacenza di 15.000 euro.l rendimento del 2,08% netto corrispondente al 2,85% lordo** è quindi garantito sulle somme investite sulle polizze Mediolanum Plus.

Fonte: http://www.bancamediolanum.it/Conto-Mediolanum-Freedom-approfondimento.html

Le condizioni del contratto di conto corrente si possono modificare in modo unilaterale?

salvadanaio[4]

Ciò, a dire il vero, può avere luogo solo se vi sono delle clausole nello schema contrattuale che lo prevedono e che sono state visionate dall’altra parte contraente, e per le quale questa ha manifestato il consenso sottoscrivendo il contratto stesso. Sono a tali casi l’istituto bancario si può avvalere della facoltà di apportare delle modifiche che possano introdurre delle condizioni sfavorevoli per la sfera giuridica del cliente. La facoltà è in ogni modo subordinata a condizioni, da rispettare a pena di inefficacia delle variazioni, le quali sono state di recente riviste dalla Legge 4 agosto 2006 n. 248.

Le modifiche sono valide sono se il cliente riceve una comunicazione redatta nella forma scritta con almeno 30 giorno di anticipo dalla data in cui queste avranno effettivamente luogo. Il cliente, avendo preso visione di tali modifiche ha 60 giorni di tempo per rifiutarle e di recedere dal contratto che lo lega alla banca che ha posto in essere tali modifiche.

Di quali parti consta l’estratto conto?

come-chiudere-conto-corrente-bancario

L’estratto com’è noto a tutti coloro i quali sono titolari di un conto corrente, o sono in possesso di una carta di credito, altro non è che un documento in cui vengono registrate tutte le movimentazioni bancarie in entrata o in uscita che possono riguardare un privato che sia persona fisica, ma può riguardare anche una persona giuridica o un soggetto societario. Il documento consta di 3 parti:

La parte iniziale del documento in cui vengono indicate elencate le operazioni con una descrizione breve, la data in cui si verificano le operazioni, le date in cui sono state realizzate le registrazioni (data contabile) e a partire dalle è possibile dare inizio al computo degli interessi attivi o passivi. Nella parte dedicata al riassunto scalare, infatti, si trovano tutte le informazioni concernenti il calcolo degli interessi a favore ma anche a sfavore del cliente, tenendo conto del fatto se il saldo sia stato a credito oppure a debito nel periodo di riferimento. Infine, l’ultima parte si riferisce al riepilogo delle competenze, in cui vengono esposti gli interessi e il relativi calcoli, le spese per la gestione del conto corrente e una riepilogazione delle competenze maturate in tutto il periodo di gestione del conto.

Tutto quello che devi sapere sui migliori conti correnti in Italia, le loro condizioni e servizi, e le nuove offerte per i risparmiatori.
Iscriviti via mail alle nostre news

Scrivi il tuo indirizzo e-mail:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia