Archivi del mese maggio, 2012

Il Sabadell sostiene un fondo europeo di salvataggio per le banche spagnole

Il presidente del Banco Sabadell, Josep Oliu, oggi ha difeso il sistema finanziario spagnolo riceve risorse dal salvataggio dell’Unione europea. Nonostante i timori che il settore di iniezione potrebbe “stigmatizzano”, specialmente in Spagna, ha sostenuto Oliu trovare una formula per separare le impostazioni che è necessario rendere il settore pubblico “nei termini negoziati” e “risoluzione” del crisi finanziaria. “Se ci riesce, non stigmatizzare”, ha dichiarato in un incontro con i giornalisti questo pomeriggio. Il catalano, presidente della Banca ha inoltre difeso la gestione della Banca di Spagna il governatore Miguel Angel Fernandez Ordonez, il cui lavoro ha descritto come “encomiabile” nonostante le “rigidità” che hanno trovato nel governo e l’opposizione. Sebbene la Commissione europea ha sollevato oggi in grado di salvare le banche in difficoltà, senza dover passare prima attraverso un’iniezione di fondi allo Stato, cioè, che può portare queste risorse direttamente agli enti interessati, ha ricordato Oliu oggi “se il governo ha chiesto che l’assistenza, è consigliabile ordinare il pacchetto complessivo delle richieste di stato”. Questo potrebbe essere intesa, ha aggiunto, come aiuto alla Spagna al fallimento di risolvere i suoi problemi del settore finanziario. “Se potessi essere un modo per chiarire, dai mercati, che realmente sono due cose separate, essere positivo”, ha aggiunto. Oliu sottolineato che i fondi per ricapitalizzare le istituzioni in difficoltà da tre fonti: “. Bancario sano, statali e fondi europei” “Le banche sane, non sono molte e non hanno capacità o sarebbe ingiusto aportáramos fondi per ricapitalizzare le banche che si sono comportati modo inappropriato”, ha sottolineato.

Mentre la seconda opzione, lo Stato è in fase di tagli di bilancio, la possibilità più probabile è, a suo avviso, un aumento di capitale da Bruxelles. Proprio oggi la Commissione europea ha autorizzato l’acquisto di Sabadell CAM e gli aiuti ricevuti dallo Stato per ritenere che siano conformi alle linee guida. Bruxelles ha assicurato che il piano di ristrutturazione che include l’assistenza è condizionato non solo la scomparsa di CAM come un’entità indipendente, ma una “riduzione significativa” in sua presenza, non solo nel suo mercato più importante di Valencia, Murcia e le Isole Baleari , ma anche nel resto della Spagna. In realtà, Oliu ha spiegato che l’operazione sarà una riduzione della forza lavoro di 2.200 persone e chiudere 450 uffici. Il presidente di Sabadell ha annunciato che darà un “quick fix” per i clienti della CAM con azioni privilegiate, che offrono una “borsa”. Il consiglio comunale di Burjassot (Valencia) ha approvato oggi, con il sostegno del blocco e di voto PSPV, una mozione per l’espropriazione Uniti Esquerra del magazzino di proprietà delle banche che hanno ricevuto fondi pubblici. I pavimenti delle banche dovrebbero essere per l’edilizia sociale. Questo è stato spiegato in una dichiarazione degli Stati Uniti, che insieme con il blocco e la parte PSPV della squadra di governo locale. Consigliere dell’Unione europea, José Blanco, ha sottolineato che “le patch non risolvono niente,” così che “dobbiamo andare alla radice del problema.” Il sindaco ha indicato che “lo scoppio della bolla immobiliare, che ha premiato i partiti capitalisti con speculatori poteri politici ed economici sul settore bancario e dei media, sta assumendo gravi conseguenze per la classe operaia.” Per Bianco, sulla situazione di “disoccupazione, sfratti, indebitamento croniche, problemi di vita familiare, depressione e persino il suicidio,” il governo “vuole indagare non solo il colpevole, ma dà loro miliardi di euro, molti di più di coloro che sono salvati distruggendo l’istruzione pubblica e la salute, per continuare con i vizi stessi. ”

Liberbank, Ibercaja e BOX3 creare la più grande banca settimo

La pressione del governo per gli enti partecipanti alla fusione hanno preso il primo frutto. Il Liberbank delle Asturie (che comprende Cajastur, CCM, Caja Cantabria e Caja Extremadura) e Ibercaja Aragona (che porta a questa entità, e CAI, Caja Burgos Circle box Bajadoz) il Martedì hanno annunciato la loro fusione per creare il settimo istituto finanziario spagnolo. La nuova banca avrà un totale attivo di 116.000 milioni, 2.500 uffici e 12.728 dipendenti. Ora è il Murcia Unicaja Malaga BMN e le entità in cerca del suo futuro, sia insieme, come voluto dal Ministero dell’Economia, o separatamente, uno più complicato. Il gruppo risultante dalla fusione sarà presieduta da Franco Amado, che occupa questa posizione in Ibercaja, mentre Manuel Menendez, attualmente responsabile Liberbank, sarà il CEO. La sede sarà a Madrid, anche se ci saranno sede operativa e dei servizi centrali distribuite nei territori di origine delle scatole. L’unione dei due gruppi di casi (che in realtà sono tre perché Ibercaja era in procinto di unione con BOX3 ), ha aggiunto un requisito di disposizioni contro il mattone di circa 2.500 milioni di euro nell’ambito dei due atti di maggio e febbraio ha pubblicato dal governo. L’agenzia ammette che cercano di coprire tutti questi accantonamenti straordinari a “emissioni di capitale proprio dell’ente.”

Le entità all’interno del gruppo non hanno chiesto alcun sostegno da denaro pubblico. Tuttavia, fonti di mercato ha assicurato che dovranno ricorrere a obbligazioni convertibili in capitale messo a disposizione dal governo (noto in gergo finanziario noci di cocco ) in quantità molto elevate superiori a 1.500 milioni, secondo fonti finanziarie. Il problema è che questi dadi sono pagati al 10% all’anno, che rappresenta un alto disegno di legge che riduce notevolmente il conto economico. Quello che sembra improbabile è che lo Stato entrerà direttamente nel capitale del nuovo gruppo, come ha fatto recentemente in Bankia. Uno dei grandi vantaggi della fusione è quello di essere nato con la necessità di finanziamento all’ingrosso di sotto del 20%. Ciò significa che non dovrà avere un livello principale è stato fissato al 10% come prima, ma l’8%. La differenza deve essere salvato disporre di un capitale supplementare di circa 700 milioni. Ibercaja, la più grande, avrà un peso dal 46,5% nella partecipazione del gruppo risultante dalla integrazione; Liberbank, 45,5% e la causa 3, il restante 8%. Tuttavia, tutte le decisioni importanti dovrebbero essere prese a maggioranza qualificata, che impedisca l’asturiano ente sia spalle al muro. Le parti hanno convenuto di aderire ai precetti stabiliti dal Codice del Buon Governo e costituiscono una tavola in cui un terzo dei membri devono essere indipendenti. Il numero massimo di consiglieri è 15. Le agenzie ha detto che il funzionamento di elementi quali una cultura condivisa basata sulla fiducia e vicinanza al cliente, la complementarità del business e il contributo di ciascun soggetto di una forza diversa. Un business che mira a rafforzare il finanziamento alle PMI. Il più grande di fornire la capacità del gruppo allargato per accedere ai mercati dei capitali a condizioni più competitive.

Paura, crisi e tanto altro

Nelle ultime settimane sono stato in diversi colloqui da parte degli utenti di 15-M. Che ho visto diverse generazioni imprevista-alcuni dei quali con più di tre lingue, una licenza in scienze dure o sociale, altamente qualificati, e con la consapevolezza sorprendente e networking sulla realtà e che, fenomeno notevole, parlare, come può temere. Hanno paura. Una paura che nasce dall’osservazione di cambiamenti strutturali. Prefigurando un brutale ed extra medio termine brutalità. Questo articolo prende la paura e cercare di espanderlo. Non abbiate paura esiste solo nelle persone che stanno facendo le parole per il cambiamento strutturale che ci piace. Ci sono anche persone che stanno traducendo in leggi. La classe di governo ha paura. Forse anche più di quello che sembra. Si tratta di un timore percettibile: la maggior parte dei recenti stampa foto Rajoy e più sono quasi la stessa e l’interno stesso. Coinvolgere paura all’estero. Che cosa hanno paura? Nel primo caso, forse, della loro formazione. I nostri governi hanno-due-, manca la capacità di analizzare che cosa stanno andando. Un’indicazione che forse gli autori di ciò che sta accadendo non sono gli istigatori di ciò che accade. Che paura e che la formazione poveri può essere visto nelle descrizioni della realtà che essi utilizzano. Rajoy utilizzato parallelismi tra l’economia nazionale e il corso a casa molto personale dello Stato nella sezione delle donne, ‘e più optare per parabola pesca. Molto tipico di Popeye. La paura si osserva anche nel governo da solo. Su Twitter, sono scomparsi ultrasur PP e CiU. Nel caso di CiU, le Homenots pochi mesi fa hanno applaudito e ha denunciato tutti i comandi d’azione incivismos di IAF, limitato ora a gattonare chiedendo rete europea gauge. Amministrazione sono scomparsi un anno fa molto attivo, e hanno poco da dire da quando ho scoperto che le reti non sono affermazioni, ma la condivisione della conoscenza. Non possiedono.

La sola conoscenza del governo, la gestione culturale delle dichiarazioni, un anno fa che non fischiare. Quando Rajoy and More talk-per esempio, chiedendo Rajoy nega quindi l’intervento, o per aiuto, ma lo Stato deve quindi negare i ragazzi della media-Pastoret, il pane sale. Cose come inno puff e il patto fiscale, sul quale, con opportune costruzioni lessicali, una volta che avevano costruito uno o due termini, non offrono riparo adesso. L’altra penisola saccheggio specialità governo il, la disciplina dello stato è stato rinnovato con un genio dal 1939 – non può più fare con la protezione culturale. Ciò può comportare, se del caso ipotetico di indirizzare la questione in un altro edificio modernista, più paura. Dal 2008 il governo sta ricapitalizzazione banche con denaro pubblico, il che rende necessario modificare la funzione dello Stato. La ricapitalizzazione di Bankia, per esempio, richiede la disponibilità di circa il 30% delle entrate dall’imposta sul reddito. Oppure un più che la tassa riscossa dalla società nel 2010. Ricapitalizzare la banca è una scelta politica. Non è la sola possibile. E ‘il più traumatico e l’unica comporta un cambiamento di epoca. Sempre Rajoy negare il cambiamento di orario. In ultimo taglio, Mas ha detto, anche il governo non sta contravvenendo a nessuna legge. Omettendo, disabilità o altra formazione, che sono i diritti sociali, non i servizi. Inoltre, questi diritti sono la strada alla democrazia in Europa. Welfare è caricato la democrazia caricato. E ‘accusato Costituzione con la quale abbiamo sempre alla griglia per tre decenni. Il 15-M ha avviato azioni per perseguire Rato. Si prevede che dopo questa prima iniziativa che cerca di fare, secondo i promotori, uno Norimberga finanziaria, venire altro e superiore. Hanno ragione di avere paura.

Salvataggi bancari senza bonus (2°parte)

Tra il 2008 e il 2009, lo Stato è stato costretto a nazionalizzare la banca Fortis prima e di assicurazione, con 16.800 milioni di euro da pagare per l’Olanda e gli altri abbonati 11.200 milioni in più in concerto con i governi di Belgio e Lussemburgo, e poi la banca ING, con 10.000 milioni di euro. La reazione ufficiale alla crisi e preservare la tassa sui banchieri pervaso il pubblico. Nel 2010, Jan Hommen, amministratore delegato di ING, ha dovuto dare un bonus di EUR 1,25 milioni (in aggiunta ad uno stipendio di 1.350.000 euro e un aumento del 2%). La critica dei sindacati e la minaccia di clienti delle banche di chiudere i loro conti, lo portò a respingerla. Germania. banche pubbliche tedesche ( Landesbanken ) “formano una unità con i baroni politici regionali.” Professor Karl-Joachim Schmelz spiega perché “non c’è volontà politica di responsabilità” nella caduta delle banche come in Baviera, dove il contribuente ha fatto 10.000 milioni di euro in contanti e 21.000 milioni di euro in garanzie per salvare la BayernLB.

Il suo pacchetto retributivo “deve essere inferiore alla retribuzione media per i loro colleghi in posizioni analoghe all’interno e all’esterno del settore finanziario”. Lo scarico delle Landesbanken era tedeschi potenti: in totale, sono stati ottenuti con iniezioni dirette circa 20.000 milioni di euro. Per quanto riguarda la responsabilità penale dei suoi dirigenti, un recente rapporto la televisione pubblica ha dato un quadro desolante delle indagini. Reporters da Monitor intervistato due mesi fa a Stoccarda procuratore Hans Richter, che spiega il carico di lavoro pesante e la mancanza di personale che si trova di fronte alla prospettiva di monopolio proprietà che ha messo la banca pubblica regionale del Baden- Württemberg. Risultato: 5.000 milioni di euro persi e circa 13.000 milioni di euro in garanzie da parte del governo mobilitato la prospera terra meridionale. Quattro anni di ricerche che non sono serviti per aprire un procedimento penale contro i responsabili del disastro. Nella vicina Baviera e ancora più ricca, le cose sono simili: le irruzioni e perquisizioni ordinate dalla Procura nel 2009 non sono ancora servite per aprire un singolo processo. Il private Hypo vera e propria banca (HRE) doveva essere nazionalizzata nel 2009, dopo che garantire per lo stato tedesco con più di 120,000 milioni di euro e quasi 8.000 milioni di iniettare in aiuti diretti. Lo standard è stato approvato dall’allora governo di centro-sinistra, che ha redatto un codice volontario di condotta accettata dalla Associazione olandese delle banche. In mano pubblica è fuori il rosso , ma solo perché due anni fa sbarazzati di 173.000 miliardi di asset tossici per essere depositati in una bad bank che è anche responsabile per il contribuente. Nonostante la stravaganza tale, la HRE solo fare soldi e suoi leader temono che è impossibile privatizzare nuovamente nei prossimi anni. Commerzbank, la seconda banca, aveva bisogno di 18.000 milioni di euro in aiuti diretti. Il tedesco tesoro è la cantina fangosa con più di 200.000 milioni di euro in attività. Non è noto quale percentuale si riprenderà, ma certamente non sarà breve.

Salvataggi bancari senza bonus

Stipendi milionari dirigenti bancari hanno provocato polemiche in quasi tutti i paesi che hanno avuto problemi con il sistema finanziario. Nella maggior parte dei casi i controlli sono impostati. Stati Uniti. stipendi degli enti che hanno ricevuto un sostegno pubblico in America, equivalente alla stragrande maggioranza erano per legge la supervisione di Washington, anche se le grandi banche che sono stati in questa situazione sono stati pronti a restituire i fondi pubblici e fuori dal controllo del governo. La più importante potrebbe essere l’amministratore delegato di Citigroup, Vikram Pandit. Gli investitori appartenenti al conglomerato finanziario stabiliscono poche settimane fa la proposta di aumentare la paga al loro amministratore delegato, che ha preso le redini del gruppo di un anno prima ho dovuto essere gestito in parte dal Tesoro degli Stati Uniti. Il voto non è vincolante, ma la rivolta degli azionisti, che hanno visto titoli bancari ammortizzati fino al 91% durante il suo mandato, ha ascoltato con grande forza. Dopo il crollo che ha causato il crollo di Bear Stearns e Lehman Brothers il Congresso e il regolatore del mercato azionario ha identificato la politica di remunerazione del rischio grande come un acceleratore. Per quanto riguarda le entità che sono controllati dal governo, il rappresentante del settore pubblico in Fannie Mae e Freddie Mac Marzo ha proposto l’eliminazione dei bonus di performance e limitare le retribuzioni dei dirigenti.

Ma Washington ha riconosciuto, come sostenuto dalle imprese, per tagliare un risarcimento in eccesso può portare ad una fuga di cervelli che mette le imprese a rischio.Gli stessi limiti sulle retribuzioni sono imposti per l’assicuratore AIG, dove il Tesoro degli Stati Uniti è il maggiore azionista, nonché Ally Financial, il successore alla filiale finanziaria di General Motors. Tutti i soldi dei contribuenti e dovrebbe quindi essere chiaro che Washington vuole qualsiasi pagare i suoi dirigenti si basa sul raggiungimento di obiettivi che possono essere testati. Fu proprio i bonus controversi e la spesa in modo dilagante in pieno l’intervento pubblico forzato le dimissioni di John Thain a capo di Bank of America, pochi mesi dopo che l’entità di acquisire la banca di investimenti Merrill Lynch, per evitare un destino simile a quello di Lehman Brothers. Da allora, Thain mantiene un basso profilo. Paesi Bassi. gestori di banche e assicurazioni olandesi che sono stati salvati dallo Stato non possono ricevere bonus fino a quando non rimborsato gli aiuti ricevuti. Dal 2009, quando il governo dovette intervenire le istituzioni di punta, come ING e ABN Amro, i bonus ricevuti dai dirigenti di banche nazionali, nel suo complesso, non può superare il vostro stipendio annuale non dare cattiva immagine. Lo standard è stato approvato dall’allora governo di centro-sinistra, che ha redatto un codice volontario di condotta accettata dalla Associazione olandese delle banche. Mentre non vi è alcuna possibilità di punizione che viola il gestore, un istruttore di Vigilanza monitor. Membri del consiglio deve anche convenire per iscritto di svolgere i propri compiti “con integrità morale e dedizione”, per prendere le loro posizioni. I direttori delle 90 entità che comprende l’associazione non può disporre delle proprie azioni fino a tre anni dal ricevimento. Il suo pacchetto retributivo “deve essere inferiore alla retribuzione media per i loro colleghi in posizioni analoghe all’interno e all’esterno del settore finanziario”.

La BCE aggiunge confusione per rettificare una dichiarazione sui piani per la Spagna

La Banca centrale europea è venuto fuori delle informazioni pubblicate nelle ultime ore, che assicura che la banca centrale ha respinto la proposta del governo di ricapitalizzare le banche , con una dichiarazione che dice che non è stato consultato . Tuttavia, l’arrivo sulla scena della Banca Centrale, che di solito non risponde alle notizie dei media, piuttosto che chiarire contribuito a creare confusione dal momento che prima dell’annuncio ufficiale ha fatto circolare una bozza in cui si ha anche dichiarato che non accettare l’idea del governo del debito per iniettare direttamente in Bankia, o una decisione, un piano in atto o di uno studio alternativo. “Contrariamente alle informazioni pubbliche, la BCE non è stato consultato e ha espresso una posizione sui piani del governo spagnolo per la ricapitalizzazione una grande banca spagnola”, ha detto la dichiarazione prima del termine che indica che l’agenzia “resta pronto a dare consigli in relazione a tali piani.

” Nella bozza, però, aveva inserito un secondo comma in cui si afferma che “in ogni caso, ricordate che i fondi sono necessari per rafforzare le istituzioni e soddisfare i requisiti di capitale non può venire dal Eurosistema “, come rappresentato una delle prime proposte del comitato esecutivo di disincagliare Bankia, ma è stata ritirata. La BCE, come è noto a tutti, ha sede a Francoforte, ha giustificato l’invio dei due testi da un “errore tecnico” e descrive il primo documento di una “versione sbagliata”. L’alternativa che mischiato al governo di ricapitalizzare Bankia, come riportato dal paese lo scorso fine settimana , ha permesso allo Stato di sottrarsi ai mercati dei capitali per catturare questo, come sostenuto per iniettato direttamente nel debito pubblico del Tesoro. Questa opzione, tuttavia, ha coinvolto muovendo la BCE il compito di fornire liquidità al gruppo finanziario, il che significa che la banca centrale che avrebbe cargase con il rischio dell’operazione, che corre nei trattati europei. “Sarebbe contrario allo spirito dei trattati”, indicato da fonti finanziarie Francoforte familiari con il dibattito sulla possibilità di iniettare debito pubblico nel settore bancario spagnolo. “Lo stesso governo è stata invertita”, ha aggiunto prima di notare che, mentre ” non essere finanziamento monetario del debito pubblico, la BCE dispone di strumenti per vivere fino alla loro responsabilità per la stabilità del sistema finanziario europeo “. La Commissione europea (CE) ha dato il via libera all’acquisto dell’ex Cassa di Risparmio (CAM) di Banco Sabadell. Secondo quanto riferito da Efe, la CE ritiene che sia l’acquisizione e ristrutturazione per l’entità sono conformi alle norme comunitarie. Brussels ritiene che il piano affronta “correttamente” i problemi che hanno portato alla rescaste del CAM nel luglio 2011 e la sua approvazione viene dopo il Sabadell accettare determinate condizioni a Bruxelles, tra cui 138 uffici in parte con il campo di Valencia e Murcia. Il governo spagnolo ha venduto il CAM a Sabadell primi di dicembre scorso in cambio di un euro. Da allora, il catalano è stato sospeso in quanto l’approvazione dell’operazione da parte di Bruxelles per avviare il processo di integrazione.

POLITICA premi premi il suo primo anniversario

Chema Alvarez, Rosa Maria Paula Soler e Zubiaur, i tre vincitori del concorso Másquepolitica #, il sito è stato sviluppato che ha celebrato il suo primo anniversario, e hanno le loro tavolette. Questa mattina il direttore di El Pais, Javier Moreno, ha ricevuto negli uffici del giornale di Madrid Alvarez, vincitore della pallottola, e Zubiaur nel video. Pochi giorni fa, il vincitore delle nanorrelatos, Soler, ha ricevuto il premio alla delegazione del giornale a Siviglia. Moreno si congratula con i primi due per l’originalità del vincitore e ha sottolineato l’uso della creatività al di là della tecnologia.

Chema Alvarez, 50 anni e autore del cartone animato di fiducia , che è stato scelto da 326 disegni di Peridis cartoonist, ha spiegato che il suo lavoro si è concentrato di più sul contenuto letterario nel disegno. Per fare questo, ha usato l’immagine del presidente Mariano Rajoy, che ha provato con Photoshop. In realtà, Alvarez confessato ammiratore dell’artista è rotto, ha più legami professionali con la letteratura con le arti visive, come funziona in letteraria Fuentetaja laboratori. Molto esperto, ammette che ogni giorno trascorso circa tre quarti d’ora di leggere una vasta gamma vasta gamma di giornali su Internet. Zubiaur Paula, 24 anni, ha vinto nella categoria di brevi video con il Di che colore è la politica? , meno di un minuto. Neolaureato in Giornalismo, gode di una borsa di studio per il Diario de Navarra , in cui il premio è meritato anche una storia . Zubiaur ha spiegato che si accorse che sul sito di El Pais ciascuna sezione è associato con il colore. Così ha deciso di utilizzare nel video e ha colpito le strade con vari cartoncino colorato. Si è avvicinato molte persone nel parco della Vuelta del Castillo a Pamplona, dove vive, e ha chiesto di scegliere un colore. La maggior parte, egli dice, ha scelto il nero. Il sogno di questo giornalista in erba è di essere un editor video per alcuni principali media digitali. Rosa Maria Soler e il delegato di El País in Andalusia, Luis Barbero.

Rosa Maria Soler, Siviglia 66, non ha remore di essere descritta come yayoflauta , un nome per gli anziani coinvolti nel Movimiento 15-M. Lo fa per sua nipote, di tre anni, per non lasciare un mondo peggiore . Si tratta di un attivista di un movimento sociale che mira a migliorare le condizioni attuali e utilizzare qualsiasi strumento di espressione che si inserisce in avanti. E così anche partecipato al concorso # masquepolítica organizzato da El Pais in occasione della sezione politica sul sito web del giornale. “Il premio ha dato tablet che mi ha fatto pensare che mia nipote voleva uno e ho pensato che questo racconto:”. Dopo 65 anni di contributi e 44, si arrabbiò “.

Egli riassume il lavoro della sua vita e la dedizione alla sua famiglia. E la sua sorpresa per la direzione del paese. Si unì alle manifestazioni con il conflitto in Iraq. ” Quando Aznar ci ha portato in guerra “, ricorda. E da allora non si è fermato. “In termini di organizzazione di un Bankia così, io ci sarò. Non si può neanche consentire di dare spiegazioni. ” La sua storia in competizione con 583 e ora è determinato a seguire. Nessuna vittoria, ma è anche un attivista della comunicazione. Questo banking exempleada, con due figlie, mantiene un account facebook e appena aperto un Twitter. Si tratta di un utente di Eskup e tenuti al corrente di tutto ciò che accade. “Dobbiamo essere vivo”, riassume.

Un’azione internazionale coordinata a rompere i rapporti diplomatici con la Siria

La cosiddetta comunità internazionale ha innescato uno dei proiettili nella camera attraverso i canali diplomatici per fare pressione sul regime siriano di Bashar Assad. Il grilletto è stato l’uccisione di Hula . Le grandi potenze su entrambi i lati dell’Atlantico hanno coordinato l’espulsione dal suo territorio dei diplomatici che stavano ancora lavorando sul legazioni. Una delle cancellerie più incisivi è stato il francese. “Bashar Assad è l’assassino del suo popolo”, ha detto ministro degli Esteri francese, Laurent Fabius. “Deve lasciare l’incarico. Prima è meglio”, ha proseguito poco dopo la sua presidente, François Hollande, ha annunciato alla stampa che espulso da Parigi con l’ambasciatore siriano, Lamia Chakkour.

Insieme a Francia e in un breve periodo di tempo, diversi paesi hanno segnalato l’espulsione dell’ambasciatore siriano. Tra questi, Italia, Regno Unito, che era già stato sostituito da una carica d’affaires poche settimane fa e ora ha anche finito per essere espulso, Germania, Spagna, Stati Uniti, Canada e Australia, i rapporti Reuters. Il Ministro degli Esteri canadese John Baird, ha detto che l’uscita dei tre diplomatici ancora in Ottawa mira a mettere in chiaro che “[il massacro di Hula] è inaccettabile“. “Noi condanniamo queste azioni”, Baird ha continuato.

Il Dipartimento di Stato americano ha confermato il coordinamento degli otto paesi (che hanno aderito successivamente altri). “Noi riteniamo che il governo siriano per l’uccisione di vite innocenti”, ha detto la sua portavoce, Victoria Nuland, che ha descritto l’attacco come un rifiuto chiaro Hula da parte del regime attuale alle risoluzioni delle Nazioni Unite per una soluzione pacifica il conflitto.La Spagna ha deciso di espellere proprio ambasciatore siriano, come a Madrid, Hussam Edin Aala, e quattro altri membri della missione in segno di rifiuto, secondo fonti diplomatiche. L’ambasciatore ha un periodo di 72 ore per lasciare la Spagna, hanno detto le fonti. La decisione è stata presa dai membri del Quintet, un gruppo informale all’interno dell’UE per incontrare il Regno Unito, Germania, Francia, Italia e Spagna, anche se è stata coordinata con altri paesi. La Spagna ha sospeso le attività della sua ambasciata a Damasco nel mese di marzo, ma due diplomatici spagnoli stanno ancora lavorando sul delegazione dell’UE nella capitale siriana e il regime di Assad potrebbe ora espellere per rappresaglia.

Al suo arrivo al Foreign Office (Ministero britannico degli Affari Esteri), per incontrarsi con il suo omologo britannico, William Hague, ministro degli Esteri spagnolo, Jose Manuel Garcia-Margallo, ha detto che con l’espulsione, l’ambasciatore siriano, Spagna desidera “esprimono la loro ripugnanza per l’uccisione di questo weekend a Hula, dove, secondo le nostre informazioni, l’esercito siriano utilizzato artiglieria pesante e che è solo il culmine di altri attacchi del regime contro il suo popolo”.

Ministro degli Esteri tedesco, Guido Westerwelle

Il ministro ha chiesto “una nuova risoluzione del Consiglio di Sicurezza per garantire la cessazione della violenza, l’arrivo degli aiuti umanitari alle popolazioni bisognose e l’apertura di un processo di transizione politica, con la partenza di Bashar Asad Il presidente della Siria e l’istituzione di un regime democratico. ” Sottolineando che la decisione è stata coordinata con altri paesi, il ministro ha concluso: “Siamo stati i primi a chiamare l’ambasciatore di Spagna in Siria e ora abbiamo unito i nostri alleati per aumentare il grido di protesta contro le atrocità che si stanno verificando “.

L’ONU conferma uccisi almeno 92 morti in Siria (2°parte)

I civili nella regione Hula furono massacrati ieri, quando hanno manifestato contro la classe dirigente al potere. Alcuni sono morti in bombardamenti, mentre altri sono stati sommariamente giustiziati dalle milizie del regime noto come “shabiha” secondo gli attivisti dell’opposizione. Da parte sua, l’esercito siriano gratuito, composto da disertori delle forze regolari in campo, ha sostenuto che le vittime erano anche soldati siriani. L’ Osservatorio siriano per i diritti umani , London based, inizialmente cifraba il bilancio delle vittime a 90, le fa eco la fuga in massa degli abitanti di questa città, nei pressi di un altro fantasma e deserta, Homs. Da parte sua, l’esercito siriano gratuito, composto da disertori delle forze regolari in campo, ha sostenuto che le vittime erano anche soldati siriani.Le immagini dei cadaveri sono stati immediatamente pubblicati su Internet e trasmesso in televisione ufficiale del regime, che punta a “gruppi terroristici”, come autori di sanguinamento. L’opposizione, invece direttamente accusato i soldati dell’esercito regolare. Impossibile paragonare notizie contrastanti per mesi a causa della impossibilità di ingresso gratuito al paese dalla stampa internazionale. Secondo fonti dell’opposizione, è il più sanguinoso attentato dopo l’accordo di cessate il fuoco (sponsorizzato dalle Nazioni Unite e la Lega Araba) tra il regime e le forze ribelli hanno firmato la metà dello scorso aprile. Tuttavia, la violenza non è cessata da entrambi i lati “e la situazione rimane estremamente grave”. Questo è stato affermato il Venerdì Ban Ki-moon in una lettera al Consiglio di sicurezza, rilasciato ore prima della morte conosciuto. Nel testo, Ban evidenzia anche il grado di sofisticazione delle armi utilizzate in recenti attacchi, suggerendo che ci sono “stabiliti gruppi terroristici”.

“Coloro che contemplano sostenere qualsiasi partito con le armi, l’addestramento militare o altre forme di assistenza dovrebbe riconsiderare queste opzioni per consentire una sostenibile cessazione della violenza”, si legge il documento inviato dal segretario generale. Per mesi, questo è stato l’argomento usato dal regime siriano, gli attacchi sono perpetrati da gruppi terroristici finanziati dall’estero, diretti accusa monarchie sunnite del Golfo Persico che i consulenti del presidente siriano sospettare che potrebbe essere il finanziamento maggioranza sunnita delle forze di opposizione. E ‘stato anche consapevole della presenza di funzionari iraniani in territorio siriano, che avrebbe aiutato il regime di Asad. La realtà è che le armi cadono in tutto il paese, soprattutto nel vicino Libano, che sta già soffrendo in carne conflitto settario proprio che sia straniera e sta già colpendo i loro cittadini. Nulla si sa ancora di dozzine libanese rapito questa settimana nel nord della Siria al loro ritorno, attraverso la Turchia, un pellegrinaggio ai luoghi sacri per l’Iran sciita. I messaggi del loro rilascio anticipato è stata costante negli ultimi giorni, l’ultima venerdì dal primo ministro libanese, Najib Mikati, ma fino ad ora ha avuto luogo. Sono attesi di nuovo in questa sera all’aeroporto di Beirut su un volo proveniente dalla Turchia, dove sono stati trasferiti dalla Siria. Le Nazioni Unite stimano che, poiché lo scoppio della rivolta in questo paese nel marzo 2011, hanno ucciso più di 10.000 persone. L’agenzia per i rifugiati di questa agenzia, UNHCR, stimato a più di 70.000 sfollati dalle lotte interne.

L’ONU conferma uccisi almeno 92 morti in Siria

L’ONU ha condannato l’uccisione di almeno 92 persone nella città siriana di Hula. Dopo l’allarme lanciato dagli oppositori del regime di Bashar Assad, gli osservatori delle Nazioni Unite ieri si trasferì nella città del Midwest (Provincia di Homs), ha spiegato il generale Robert Mood, capo della missione internazionale per la verifica il cessate il fuoco. Ci sono stati 32 i corpi di bambini sotto i 10 anni e adulti over 60. “E ‘una tragedia brutale,” Mood ha detto in una dichiarazione che non dà maggiori dettagli sugli eventi, di cui l’opposizione incolpa le forze del regime e che, come al solito, attribuito a “gruppi terroristici”.

“Questa mattina [ieri per] osservatori militari e civili hanno detto [i corpi] 32 bambini sotto i 10 anni e adulti oltre 60 morti”, ha assicurato il norvegese generale. “Gli osservatori hanno confermato esaminando l’uso di proiettili di artiglieria,” Mood ha detto in una nota senza elaborare. “Chi ha iniziato, che ha risposto e che ha condotto questo deplorevole atto di violenza responsabili”, ha sottolineato il capo degli osservatori.

Mentre i siriani tenere oggi funerali per le vittime, i fatti hanno portato ad una successione di condanna internazionale della violenza in Siria. Tra questi ultimi, è il Segretario Generale Ban Ki-moon, insieme al suo predecessore (l’inviato delle Nazioni Unite e alla Lega Araba nella zona), Kofi Annan, che ha detto che l’uccisione Hula è una violazione “terribile” del diritto internazionale. Annan si recherà a Damasco stasera per valutare i dati Asad e l’opposizione dal paese arabo l’accordo di cessate il fuoco firmato più di un mese, e costantemente fallito.

Visualizzazione ingrandita della mappa
“Questo crimine vergognoso e brutale che coinvolge l’uso indiscriminato e sproporzionato della forza è una flagrante violazione del diritto internazionale e gli impegni del governo siriano a cessare di utilizzare armi pesanti contro i centri abitati e la violenza in tutta la sua modi “, ha detto Ban.

“Siamo sconvolti dalle notizie credibili di omicidi, tra cui accoltellamenti e aggressioni fatte contro le donne ei bambini in Hula”, ha affermato in una dichiarazione del Consiglio di Sicurezza Nazionale della Casa Bianca. Questo omicidio è la prova “di un regime illegittimo che risponde ad una pacifica protesta politica con brutalità indicibile e disumana”, dice la nota. Segretario di Stato Hillary Clinton ha anche annunciato che gli Stati Uniti si coordinerà con la comunità internazionale di intensificare la pressione sul presidente siriano e ha bollato gli eventi di “atrocità”. Allo stesso modo il Sabato i ministri degli esteri di Gran Bretagna, William Hague, e in Francia, Laurent Fabius, hanno ripudiato i fatti. Quest’ultimo ha proposto una nuova riunione degli Amici della Siria a Parigi, mentre Hague ha annunciato che Londra ha chiesto un incontro urgente al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. I civili nella regione Hula furono massacrati ieri, quando hanno manifestato contro la classe dirigente al potere. Alcuni sono morti in bombardamenti, mentre altri sono stati sommariamente giustiziati dalle milizie del regime noto come “shabiha” secondo gli attivisti dell’opposizione. L’ Osservatorio siriano per i diritti umani , London based, inizialmente cifraba il bilancio delle vittime a 90, le fa eco la fuga in massa degli abitanti di questa città, nei pressi di un altro fantasma e deserta, Homs. Da parte sua, l’esercito siriano gratuito, composto da disertori delle forze regolari in campo, ha sostenuto che le vittime erano anche soldati siriani.

Tutto quello che devi sapere sui migliori conti correnti in Italia, le loro condizioni e servizi, e le nuove offerte per i risparmiatori.
Iscriviti via mail alle nostre news

Scrivi il tuo indirizzo e-mail:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia