Conto Corrente Bancario. Tutti i nostri post che parlano di: ‘Conto Corrente Bancario’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Conto Corrente Bancario. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Riflessioni sulla valutazione del miglior conto corrente

Malgrado sia stato introdotto da poco sul mercato finanziario, il servizio del conto corrente online offerto da alcuni istituti che si occupano di attività di banking online, oggi risulta essere molto ricercato.

Spesso accade che quando bisogna avviare le operazioni che consentono l’apertura del conto corrente, ci si trovi dinanzi a tantissime alternative ed offerte che provengono da tante società che operano nel campo del banking online e, non è per nulla facile comprendere quale dei servizi offerti possa fare al nostro caso.

In questo articolo, seppur in breve, proveremo a fornire al nostro lettore tutte le indicazione che consentono di eseguire un’attenta valutazione del servizio di conto corrente online che risulta essere meritevole di considerazione da parte nostra. Gli elementi più importanti da considerare e che possano mettere nelle condizioni l’utente di scegliere per un determinato servizio di banking online in luogo di un altro, sono molteplici, ma noi in queste vi indicheremo quelli che riteniamo siano di fondamentale importanza. Una delle prime cose che va considerata al momento della scelta di un conto corrente è il costo e la convenienza economica della sua gestione. Dal confronto tra diversi prodotti finanziari offerti sul mercato, spesso emergono delle differenze di non poco conto e, per tale ragione, la comparazione per un’attenta analisi costi-benefici, risulta essere di primaria rilevanza.

Le banche più consigliabili sono quelle online, che presentano dei servizi finanziari strettamente correlati alla gestione del conto corrente online con i costi più bassi in assoluto, dal momento che sono esentati da ogni costo che concerne la tenuta conto.

Altro elemento ritenuto davvero rilevante è la serietà e l’attendibilità dell’Istituto bancario cui si chiede la somministrazione del servizio finanziario di conto corrente e dei servizi principali ed accessori ad esso collegati. Si consiglia di propendere per un marchio che da anni opera nel settore e che è riuscita nel tempo a costruire un rapporto di fiducia con la propria clientela operando anche nel campo del banking tradizionale. In conclusione un altro elemento che riteniamo sia fondamentale è la facilità di utilizzo del conto corrente online e dei servizi di banking che vi consentono di eseguire in tutta comodità e rapidità le operazioni di pagamento mediante bonifico bancario oppure di accredito.

Sulla rete esiste una sorta di comparatore delle offerte di ogni banca online presente sul web. L’unica cosa che dovete fare, al fine di ottenere le informazioni di cui avete bisogno è inserire i dati concernenti il tipo di prodotto che state ricercando e presto vi comparirà una schermata con le offerte dei prodotti di alcune banche online che siano rispondenti alle vostre esigenze e che presentano dei caratteri di compatibilità a ciò di cui siete in cerca. Oggi, il mondo del banking online si sta evolvendo offrendo sul mercato dei servizi sempre più innovativi, in tali fattori va ricercato il numero crescente di consensi che l’home banking sta ricevendo nel nostro paese.Grazie all’ingente volume di investimenti che negli anni sono stati eseguiti da parte delle società per fare sviluppare questo importante ambito del mercato finanziario di ultima generazione, il processo di fidelizzazione della propria clientela risulta essere consolidato.

Conto corrente e altri strumenti di pagamento

Un conto corrente è l’account principale utilizzato per accedere al denaro necessario per le spese quotidiane. Nonostante sia chiamato un conto corrente, ci sono molti modi di accedere ai propri soldi il controllo è solo uno di loro. È anche possibile prelevare denaro dal bancomat. Si può prelevare denaro con assegno o una carta di controllo. Prima che venisse introdotto il bancomat gli assegni erano il modo principale per eseguire dei pagamenti dal proprio conto corrente.

conto-corrente-99999

Per pagare con un assegno bisogna:

– Inserire la data si scrive l’assegno.

– Inserire il nome della persona o d’affari che avrebbe scritto l’assegno.

– Inserire all’ Inizio all’estrema sinistra, l’importo in numeri. Mettere i numeri sul lato sinistro che impedisce a chiunque di aggiungere numeri aggiuntivi che avete registrato.

– A partire da all’estrema sinistra, scrivere l’importo in parole e centesimi come una frazione di 100. Mettere una linea nello spazio rimanente. Poi apporre una Firma con il tuo nome. Non firmare un assegno fino al momento dell’uso. Quando si firma un assegno si è responsabili per l’importo indicato su di esso.

conto-corrente-credem1

– Inserire la finalità del pagamento.

Nota bene: non dare una data successiva alla data di utilizzo degli assegni. Questo controllo è nota come “postdatano”. Pur avendo una data futura, l’impresa o persona che detiene il controllo può procedere al serbatoio. Se non si dispone di fondi sufficienti nel tuo account possono essere i costi scoperti di conto corrente e imposta. Adesso invece, vediamo come completare la distinta di versamento. Se si vuole denaro, è necessario firmare la ricevuta di deposito. Adesso invece vediamo come si fa a registrare le operazioni sul libretto degli assegni. Nel libretto degli assegni, troverete un registro di controllo. Si dovrebbe iniziare con il deposito iniziale. Questo è il bilancio di apertura. È necessario elencare tutti i depositi e prelievi dal tuo conto. Ogni volta che si emette un assegno, prelevare o depositare, occorre registrare tali operazioni e calcolare il saldo corrente. Questo vi dice quanto è disponibile nel tuo account.conto-corrente-zero-spese-piacenza

Nel Registro va inserito:

1. Il numero nell’angolo in alto a destra del controllo.

2. La data in cui si scrive il controllo, utilizzare un bancomat, o utilizzare il Visa Check card da US Banca acquisti.

3. Descrizione transazione: La persona o impresa a cui il controllo è rilasciato.

4. Pagamento / debito (pagamento / debito): l’importo dell’assegno.

5 Oneri (tasse): Se per il vostro assegno bancario o vi è da addebitare oneri per ATM utilizzare, inserire l’importo qui.

6. Deposito / credito: quando si deposita nell’account, inserire l’importo.

Uno strumento fondamentale per la tua impresa: il conto corrente

Il tuo conto corrente è il vostro strumento principale con cui si ottiene il denaro depositato.

Di solito è possibile emettere assegni, prelevare denaro dal bancomat e utilizzare una carta di debito per tali operazioni da dedurre dal tuo conto.

Mediante il conto corrente si ha la possibilità di tenere traccia di tutte le transazioni e di sapere esattamente quanti soldi hai nel tuo conto. Usa la tua carta di debito o carte di paga solo se si dispone di fondi sufficienti disponibili sul conto. Periodicamente riceverete un resoconto di tutte le operazioni della fattura mensile in cui sono elencate tutte le transazioni e la situazione finanziaria del vostro conto. Cercate sempre di Assicurarvi che questo resoconto mensile sia coerente la vostra propria lista di operazioni. conto-corrente

I motivi che ci portano ad operare una scelta di un conto corrente sono tanti. Un conto corrente ti dà l’indipendenza finanziaria in modi diversi dando comodità, controllo e un mezzo per risparmiare. Il tuo conto corrente offre convenienza, consentendo di scrivere assegni per pagare beni e servizi, contabilità e altri tipi di pagamenti. E tenere traccia delle vostre spese vi permette anche di gestire il vostro denaro e salvare.

euro-703509

Ecco alcuni degli elementi principali che caratterizzano la natura di un conto corrente:

– La possibilità di beneficiare di più rami di funzionamento;

– La disponibilità degli ATM;

– Canone mensile e commissioni, spese per i controlli, controllare la stampa, controllare saldi, ATM uso.

– Altri oneri commissioni di scoperto, stop spese di pagamento e assegni bancari.

-Tasso di interesse a guadagnare di interesse, deposito minimo per guadagnare interessi, metodo composto;

– Restrizioni Bilancio minimo, assicurazione dei depositi, che sono mantenute all’interno del assegni depositati;

– Caratteristiche deposito diretto speciali, pagamenti automatici, protezione scoperto di conto, online banking, sconto o il controllo gratuito per gli studenti, anziani, o dipendenti di alcune società.

resize.php

Le banche offrono sempre diversi tipi di prodotti e servizi relativi al vostro conto corrente e la maggior parte sono stati progettati per portare più convenienza per il vostro settore bancario, per cui si vuole approfittare di tutto ciò che può essere. Tuttavia, si dovrebbe usare cautela e consultare ogni caso, come di solito pagare un canone mensile per ogni servizio.

Se siete un libero professionista o lavoratore autonomo o un imprenditore, è importate aprire un conto corrente per consentire lo svolgimento di tutte le vostre operazioni finanziarie in tutta comodità e sicurezza.

Conto corrente dedicato: Cos’è?

Come sappiamo, il conto corrente è un servizio che le banche mettono a disposizione dei risparmiatori al fine di consentire loro di depositare i propri risparmi, in cambio il conto correntista otterrà una remunerazione per i depositi che fin quando sono nelle casse della banca possono essere utilizzate da questa. Ecco perché la banca paga al correntista un tasso di interesse attivo.

2-conti

Chi svolge un’attività da lavoratore autonomo o libero professionista o imprenditore di solito apre un conto corrente che utilizza solo per porre in essere delle operazioni che riguardano la propria attività professionale. Pertanto in quel conto corrente che si chiama conto Corrente Dedicato, si registrano solo addebiti per acquisti di beni e servizi o per il pagamento di tributi e contributi e accrediti per vendita di beni o servizi. Perché il conto corrente possa essere considerato dedicato è necessario che vi sia una stretta correlazione tra la natura delle operazioni finanziarie eseguite e l’attività professionale o d’impresa svolta dal titolare del conto corrente stesso. Come abbiamo visto nell’articolo precedente, nel conto Corrente Dedicato si registrano solo le operazione di addebito per acquisti di beni e servizi o per il pagamento di tributi e contributi e accrediti per vendita di beni o servizi. Perché il conto corrente possa essere qualificato come Dedicato è necessario che vi sia una stretta correlazione tra la natura delle operazioni finanziarie eseguite e l’attività professionale o d’impresa svolta dal proprietario del conto corrente medesimo. La disciplina sul Conto corrente dedicato dettata dalla Legge 136/2010, stabilisce l’obbligo per appaltatori, subappaltatori, contraenti e addetti sia al mondo delle imprese che dei finanziamenti, di adoperare per qualunque spostamento finanziario soltanto ed dei Conti Correnti Dedicati.

resize.php

Questo vincolo si riferisce a tutti gli spostamenti finanziari, nessun escluso eseguito mediante qualsiasi mezzo. L’obiettivo principale della norma è di ottenere la tracciabilità dei pagamenti al fine di tenere sotto controllo gli spostamenti finanziari e sgominare qualsiasi tentativo di riciclaggio di denaro che proviene da attività illegali, gestite da organizzazioni illecite.

Infatti, mediante l’analisi dei bonifici bancari, sarà possibile controllare tutte le movimentazioni bancarie che caratterizzano l’attività di imprenditori e professionisti.

Solitamente, quando si apre un conto corrente non si sostengono costi. Questi vengono sostenuti per la gestione del conto corrente sottoforma di canone e che riguarda anche le spese per la registrazione di tutte le operazioni posti in essere, sia in entrata che in uscita. Di solito, tutte le banche fanno anche pagare l’imposta di bollo e quelle postali per la corrispondenza.youfeed-thumb-conto-corrente-dedicato-appalti-pubblici

Gli interessi attivi sui depositi vengono calcolati e accreditati periodicamente come anche i costi per la liquidazione che è un’operazione che viene eseguita quando vengono calcolati gli oneri e gli interessi. Il costo del conto corrente dipende anche da quanto viene utilizzato nel tempo e da quante operazioni si eseguono nel corso dell’anno. Nel caso in cui il conto si debba chiudere o si debbano modificare alcune condizioni contrattuali, non vi è alcun costo da sostenere.

Le spese di un conto corrente bancario

conto_corrente_soldi

Chi vuole tenere un conto corrente deve sapere che vi sono dei costi da sostenere nel corso dell’anno.

Questi costi derivano dal fatto che bisogna pagare a intervalli delle spese di gestione all’Istituto di credito.

Adesso vi indichiamo le spese che si devono affrontare .

Le principali sono: le spese di registrazione per singole operazioni, le spese per l‘esecuzione delle transazioni poste in essere mediante bonifico bancario, ad esempio quando bisogna eseguire un pagamento in favore di qualcuno. Poi vi sono dei costi relativi alla tenuta della come bonifici, prelievi o pagamenti; le spese annuali della carta bancomat e/o della carta di credito; le spese di invio dell‘estratto conto; le spese di custodia titoli, se si possiede anche un conto titoli; sul conto corrente bancario si pagano anche delle spese di chiusura periodica: vengono addebitate al cliente alla fine di ciascun anno solare o di ciascun periodo intermedio in cui sia avvenuto il conteggio di interessi e spese; la commissione di massimo scoperto trimestrale che viene addebitata dalla banca sulla punta massima di scoperto raggiunta nel trimestre precedente; e per finire il bollo sull‘estratto contadi circa euro 34,20 all‘anno.

Le condizioni del contratto di conto corrente si possono modificare in modo unilaterale?

salvadanaio[4]

Ciò, a dire il vero, può avere luogo solo se vi sono delle clausole nello schema contrattuale che lo prevedono e che sono state visionate dall’altra parte contraente, e per le quale questa ha manifestato il consenso sottoscrivendo il contratto stesso. Sono a tali casi l’istituto bancario si può avvalere della facoltà di apportare delle modifiche che possano introdurre delle condizioni sfavorevoli per la sfera giuridica del cliente. La facoltà è in ogni modo subordinata a condizioni, da rispettare a pena di inefficacia delle variazioni, le quali sono state di recente riviste dalla Legge 4 agosto 2006 n. 248.

Le modifiche sono valide sono se il cliente riceve una comunicazione redatta nella forma scritta con almeno 30 giorno di anticipo dalla data in cui queste avranno effettivamente luogo. Il cliente, avendo preso visione di tali modifiche ha 60 giorni di tempo per rifiutarle e di recedere dal contratto che lo lega alla banca che ha posto in essere tali modifiche.

Tutto quello che devi sapere sui migliori conti correnti in Italia, le loro condizioni e servizi, e le nuove offerte per i risparmiatori.
Iscriviti via mail alle nostre news

Scrivi il tuo indirizzo e-mail:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia