I procedimenti finali. Tutti i nostri post che parlano di: ‘I procedimenti finali’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica I procedimenti finali. Puoi navigare con un click su ogni titolo

I procedimenti finali

pubblicaamminis

I procedimenti finali sono la forma di esplicazione della funzione amministrativa verso l’esterno. In passato si distinguevano in dichiarazioni di volontà, di giudizio, di scienza, di opinione; in seguito si sono distinti in relazione all’effetto che producono, per cui si definiscono procedimenti ampliativi quelli rivolti all’ampliamento della sfera di autonomia privata quali concessione e autorizzazioni, restrittivi quelli che la restringono come i p. ablatori. Una classificazione più analitica li distingue in: procedimenti precettivi, se diretti a fare prescrizioni di carattere generale; di concessione, che concedono l’uso di utilità riservate; di autorizzazione che controllano l’esercizio dei diritti; ablatori che estinguono situazioni soggettive; dichiarativi che producono certezze giuridiche; secondo grado, di riesame di decisioni adottate in un precedente procedimento; contrattuali i quali tendono a produrre effetti giuridici secondo modelli contrattuali privatistici. Un procedimento precettivo tipico è quello per l’adozione del piano regolatore generale. Esso è regolato in larga misura dalla legge urbanistica 17 agosto 1942, n. 1150, anche se con numerose modifiche, in specie in seguito al trasferimento della materia alla competenza regionale. Il piano regolatore generale determina, nel rispetto degli standards urbanistici fissati in sede nazionale, dei criteri stabiliti con leggi regionali, del piano territoriale di coordinamento e del piano paesistico per l’intero territorio comunale, rasservimento delle aree a particolari destinazioni. Localizzazioni , sono le aree destinate a opere o impianti pubblici; zonizzazioni stabiliscono i vincoli e i caratteri delle diverse zone dell’aggregato urbano; vengono poi individuate le zone di interesse paesaggistico, storico, monumentale, archeologico e i relativi vincoli; le zone dove sono opportuni interventi di recupero del patrimonio urbanistico edilizio. Il piano viene poi deliberato dal consiglio comunale, e la delibera è sottoposta al controllo del Coreco. Ad esso seguono le fasi della partecipazione degli interessati e dell’approvazione regionale. Il piano viene depositato’per trenta giorni nella segreteria comunale, dove chiunque può prenderne visione e fare osservazioni che devono essere valutate. Dopo, il piano viene inviato per l’approvazione, questa può apportare delle modifiche per uniformarlo agli standard nazionali e ai piani “superiori”. Il piano depositato nella segreteria del comune e pubblicato, ha curata indeterminata.01-pubblica-amministrazione

I procedimenti concessori hanno come oggetto un bene di uso collettivo su cui si può consentire un’utilizzazione esclusiva. Concessioni sono gli atti che attribuiscono al soggetto richiedente un diritto (es. godimento di un bene pubblico, esercizio di un servizio pubblico) che trovando nell’atto la sua giustificazione, possono essere traslativi o costitutivi a seconda che il diritto era già appartenente all’amministrazione. Nel campo dei servizi pubblici quali i trasporti, nei quali l’atto di concessione e sia atto di deroga alla riserva pubblicistica che atto di organizzazione dell’impresa. Vi sono procedimenti concessori diretti ad erogare denaro pubblico a privati, come sovvenzioni, contributi, credito agevolato. Questi procedimenti hanno la funzione sia di organizzazione di servizi pubblici (gestione di trasporti), sia quella di affidamento di servizi pubblici a privati (telecomunicazione interurbane, prima gestite da 87 un’azienda statale, adesso affidata a privati). L ‘ iniziativa di questi procedimenti è di regola dei privati, il provvedimento può essere accompagnato da un disciplinare o da una convenzione dove possono essere posti gli obblighi delle parti.

Tutto quello che devi sapere sui migliori conti correnti in Italia, le loro condizioni e servizi, e le nuove offerte per i risparmiatori.
Iscriviti via mail alle nostre news

Scrivi il tuo indirizzo e-mail:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia