Saperne di più. Tutti i nostri post che parlano di: ‘Saperne di più’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Saperne di più. Puoi navigare con un click su ogni titolo

“Più che una crisi in Europa, abbiamo sperimentato un cambiamento di civiltà” (3°parte)

E ‘molto importante che i governi esplorare, e specialisti in genere, dove sarà generare nuovi posti di lavoro nei prossimi 5 o 10 anni da oggi formare le persone per quei posti di lavoro, e promuovere attività che sarà creazione di questi nuovi posti di lavoro per fare spazio a nuove persone di essere citato in giudizio. Inoltre, dovrebbe anche fare programmi di lavoro, soprattutto nel caso dell’Europa, lavorando con formule di tre o quattro giorni. Invece di cinque a otto ore al giorno al lavoro, che lavorano 11 ore tre giorni. Gli altri tre o quattro giorni tratterebbe di una svolta che consente la lettura, intrattenimento, la vita familiare, l’accesso alla cultura, istruzione, viaggi … D. Si tratta di un cambiamento culturale. R. Stiamo vivendo un cambiamento completo di civiltà, con nuovi paradigmi e quello che dobbiamo fare sono i cambiamenti strutturali che questo richiede. È necessario apportare le modifiche. Incapace di pensare che ci sia un 50% di giovani disoccupati, o il 30% o 25%. Incapace di pensare al sistema di welfare continua a crescere, riducendo l’età in cui le persone in pensione.

Disoccupazione Piani di assicurazione o di disoccupazione deve essere collegato a una riqualificazione per chi è disoccupato oggi, che è stato impegnato in qualche attività, si prepara per altre attività, altrimenti non troverete mai un lavoro in quello che sai c’è bisogno di imparare ad avere una capacità di lavoro nero, che ha la capacità di vari lavori. I più preparati si è, più è probabile che sia un affare migliore e più facilmente utilizzabile. Quattro decenni fa, Alvin Toffler ha parlato di crisi che comportino variazioni civiltà. Quello che sta accadendo in Europa, e il mondo in generale, il cambiamento è una crisi di civiltà. Aumentare la produttività, essere più efficiente, di globalizzare, smettere di essere competitivi per la produzione di determinati beni, inizia a provocare tali problemi prima di dover apportare modifiche fondamentali per affrontarle. Parlando di numeri, i numeri non sono sufficienti a sostenere tali programmi. Se i numeri sono quanto il valore attuale del pensionamento della popolazione economicamente attiva occupati e disoccupati, è insostenibile. Poi devi fare quelle regolazioni e, naturalmente, offrire qualcosa in cambio, le persone lavorano più a lungo e lavorare di meno probabilmente per gli ultimi 15 anni, o 10 anni o 20 anni. Essa è legata a lavorare più a lungo e, probabilmente, meno giorni, meno ore e che permette anche una vita più piena. Perché lottare contro la povertà in ultima analisi, ciò che è il lavoro, l’occupazione soddisfacente, nobilita ulteriormente la persona, il lavoro non è solo una responsabilità sociale, ma anche un bisogno emotivo. A. Primo, è molto importante risolvere questi problemi strutturali. Vedo difficile una volta che i paesi hanno raggiunto tornare allo sviluppo sottosviluppo, nessun segno sostanziale di esso. Sì, ci sono segnali che indicano che gli altri avanzano più di loro, che il progresso … Europa saranno alcuni momenti difficili, ma ci dovrà trovare soluzioni e continuare il suo sviluppo. Alcune attività saranno più posti di lavoro la creazione di attività che stanno per essere più intensa e ampia del suo funzionamento. Uno di questi è la tecnologia dell’informazione sono campi attraenti, con un futuro.

Assange e il suo avvocato, Baltasar Garzon, appaiono oggi presso l’ambasciata

In mezzo alla crisi diplomatica che ha portato alla sua ottenere lo status di rifugiato politico, sotto l’egida del governo dell’Ecuador, Julian Assange dovrà comparire pubblicamente alle tre del pomeriggio di Domenica (ora spagnola) presso la Ambasciata Latina paese a Londra . In precedenza, alle 0:30, si occuperà del supporto al procuratore ambasciata, Baltasar Garzon. Portavoce di Wikileaks non hanno specificato se Assange affronterà giornalisti picchettati fuori una finestra o sotto la porta per l’ambasciata, perché anche un centimetro passare il perimetro della legazione dire loro arresto automatico da parte della polizia Regno Unito.

L’aspettativa è enorme quando la situazione complessa exhacker australiana, 41 anni, punta a un risultato molto lungo e incerto nel tempo , ammette proprio ministro degli Esteri e Primo Ministro facente funzione, William Hague. Assange è un richiedente asilo da Giovedi non può fuggire dall’ambasciata a Ecuador senza attraversare territorio britannico e, di conseguenza, essere arrestato e estradato in Svezia. Il suo caso ha avvelenato le relazioni tra il Regno Unito e il governo di Rafael Correa criticato sia dalla maggior parte della stampa inglese per il modo in cui hanno gestito la crisi. I giornali nazionali hanno applicato contro la decisione Quito visto che Assange non ha bisogno di una protezione speciale e invece è costretto a comparire in tribunale per essere interrogato in Svezia quattro presunti reati sessuali, che non sono politici. Dal momento che il paese nordico è una delle democrazie più sviluppate del mondo, lo stress, e dei diritti all’integrità fisica sono garantiti. Se gli Stati Uniti intendono sporgere denuncia contro di lui, sostengono inoltre media come The Guardian e The Independent , non capisco perché non l’ha ha chiesto l’estradizione per il Regno Unito, un alleato e soprattutto in sintonia con gli interessi degli Stati Uniti. Le autorità britanniche, inoltre, non risparmiato dalla censura dei mezzi di comunicazione del paese, che hanno visto improprio inciampato Foreign Office pronunciato la minaccia di fare irruzione in delegazione, violando la sua condizione diplomatica territorio. Se è vero che la legge nelle sedi diplomatiche e consolari, approvato nel 1987, a sostenere una azione drastica, le conseguenze a calpestare convenzione di Ginevra di essere controproducente. L’ex ambasciatore in Russia (2004-8) Sir Tony Brenton ha detto che un ritorno ad un “arbitrario” lo status diplomatico di Ambasciata di None renderebbe la vita “impossibile” per i rappresentanti del servizio estero del governo britannico e minacciano gli interessi nazionali nei paesi senza scrupoli. La riunione della Alternativa Bolivariana per le Americhe (ALBA), tenutasi Sabato a Guayaquil, concluso con una dichiarazione che il gruppo di paesi guidati da Regno Unito Venezuela avverte di “gravi conseguenze che determinerebbero in tutto il mondo “se un attacco all’ambasciata dell’Ecuador a Londra. Ecuador, che ha dato asilo al fondatore di Wikileaks, Julian Assange, ha sostenuto che il Regno Unito ha minacciato di “assalto” loro ambasciata a Londra. Il governo britannico ha risposto che “nessuna minaccia” e ha rilevato il suo “obbligo legale “di estradare australiano exhacker Svezia, che le impone di rispondere di presunti reati sessuali nei confronti di due donne. Citazione ALBA precede la riunione dei ministri degli esteri dell’Unione delle Nazioni Sudamericane (UNASUR), che si terrà questa Domenica nella stessa città in Ecuador, e ministri degli esteri un altro continente appuntamento in senso lato convocata dal dell’Organizzazione degli Stati Americani ( OSA) il Venerdì 24 agosto in Washington.

Il governo ecuadoriano concesso “asilo diplomatico” Julian Assange

Il governo ecuadoriano il Giovedi concesso “asilo diplomatico “, cioè, l’accettazione e la protezione ad una persona per motivi politici in una missione diplomatica, il fondatore di Wikileaks, Julian Assange. Questa decisione, che è stato presentato in una conferenza stampa a Quito dal cancelliere (capo degli Affari Esteri) Ecuador, Ricardo Patiño, è una sfida politica e giuridica nel Regno Unito e Stati Uniti e incantesimi l’inizio di una lunga crisi diplomatica tra la paesi coinvolti che possono giungere fino alle organizzazioni internazionali. Patino, dettagliatamente in una conferenza stampa a Quito il 11 motivi per cui il Governo ha accettato la richiesta di exhacker australiano, che ha trascorso quasi due mesi trovato rifugio presso l’Ambasciata dell’Ecuador a Londra. Ecuador ritiene che Julian Assange può sostanzialmente essere vittima di persecuzione politica per il suo lavoro come attivista della “libertà di espressione”. “Ci sono stati né il Regno Unito né il mio paese, l’Australia, che hanno tenuto duro per proteggermi da questa persecuzione, ma una coraggiosa e indipendente nazione latino-americana”, ha detto Assange in una dichiarazione resa dal suo rifugio presso l’Ambasciata dell’Ecuador Londra , dove continuò a vivere e davvero entusiasta della conferenza stampa a Quito annunciando la concessione dello status di asilo politico per il fondatore di Wikileaks. “Oggi abbiamo assistito ad una vittoria storica”, ha detto l’australiano, “ma la nostra lotta è appena iniziata.”

Nel frattempo, il governo britannico ha detto “deluso” dalla decisione del presidente ecuadoriano Rafael Correa, anche se sapevo già, almeno il giorno prima, quando il quotidiano The Guardian è in grado di confermare con le fonti di amministrazione di Ecuador. Una prova della profonda delusione di Londra, si riferisce a un gesto così lontano dalla sottigliezza proverbiale diplomazia britannica e minacciano Ecuador, ore prima l’annuncio della concessione di asilo politico, di cedere la loro immunità Ambasciata conferito la Convenzione di Ginevra del 1961, sostenendo che tale protezione non dovrebbe proteggere le persone accusate di “crimini”. “Non permetteremo che il signor Assange ottenere un passaggio sicuro di lasciare il Regno Unito, né vi è alcuna base giuridica”, ha detto il ministro degli Esteri, William Hague, che detiene anche il primo ministro come il capo esecutivo, David Cameron, è in questi giorni di vacanza sull’isola di Majorca come il suo numero due nel governo, il liberaldemocratico Nick Clegg, si trova anche in Spagna, precisamente nel comune di Olmedo Valladolid. Il titolare degli Esteri britannico ritiene che i diritti dei exhacker Australia sono pienamente garantita dal diritto europeo in materia di estradizione, che protegge le condizioni di sicurezza del loro trasferimento in Svezia per essere interrogato su quattro presunti reati di abusi sessuali e stupri . Hague predetto che la risoluzione del caso richiederà “una notevole quantità di tempo” e Correa ha offerto il governo di una “soluzione negoziata” e “amichevole”. Tuttavia, Aia non ha specificato le condizioni che le domande per gli esperti di diritto internazionale sulla risoluzione del caso, data la posizione in cui Londra ha arroccato. Settimane fa, le autorità hanno rivelato che l’Ecuador aveva offerto la giustizia svedese la possibilità di interrogare Assange dal video, perché dopo non tutti ancora sporto denuncia contro di lui.

Rajoy e Monti dire se ha chiesto di cercare di rimediare i fondi, come richiesto dalla BCE

Il primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy, e il primo ministro italiano, Mario Monti, hanno evitato di rispondere al capo della Banca centrale europea, anche l’italiano Mario Draghi, che ha rinviato un possibile intervento sul mercato per far fronte alle vessazioni del suo debito fino a paesi in via di chiedere aiuto. “Dobbiamo considerare se facciamo o no,” Monti ha risposto ad una domanda diretta se conformarsi a tale obbligo. Rajoy, che si muove dietro a Monti nella gestione della soluzione della crisi, ha scelto di evidenziare gli “aspetti positivi” che è stato nelle dichiarazioni del presidente della BCE. Il Primo Ministro, che domani comparirà davanti ai media, è stato riportato che lo stesso Draghi ha riconosciuto che “premi di rischio” irragionevolmente elevati e la “frammentazione” del mercato finanziario è un problema. A questo punto, Rajoy ha accolto con favore le misure eccezionali promesse da parte della BCE. Tuttavia, ha risposto alla domanda se a cercare aiuto dal fondo di salvataggio per attivare queste azioni. Chiedere espressamente il fondo di salvataggio per comprare il debito sul mercato secondario, in ogni caso, sarebbe un voto nell’area euro e un altro memorandum con più condizioni.

Tensione massima al governo la possibilità che la BCE atto

Il primo ministro ha pranzato a La Moncloa, con Monti, che termina a Madrid un’offensiva diplomatica che lo ha portato a Parigi per stare con François Hollande , un alleato in pressioni sui paesi del nord e Helsinki il Mercoledì con la prima ministro finlandese Jyrki KATAINEN, uno dei più duri oppositori dell’idea di acquistare il debito. Monti riuscì ad ammorbidire la posizione di KATAINEN , che ha ammesso pubblicamente che i mercati non funzionano bene perché ha senso che i paesi stanno facendo grandi sforzi tagli non si vede come il loro premio di rischio più basso. Monti, che a differenza degli stessi spagnoli che di solito itemize discorso, Barack Obama ha contattato ieri , il presidente degli Stati Uniti, particolarmente preoccupato per la crisi europea, che ha chiesto “azione decisiva”. Obama ha anche invitato Hollande . Non vi è alcun record che ha fatto con Rajoy. Spagna, spera che la BCE ha deciso oggi di annunciare queste azioni, in particolare per comprare il debito sul mercato secondario. Anche se ieri, alla pressione tedesca , il governo cominciò a preoccuparsi per la possibilità che la BCE non fa nulla oggi e la pressione del mercato a crescere.

La Spagna ha fatto molto di più di quanto avrebbero chiesto al FMI

Se gli atti della BCE, Italia e Spagna hanno da offrire qualcosa in cambio per mantenere il settore più difficile. Il governo si propone di offrire tali garanzie formule senza dover chiedere esplicitamente aiuto. Ogni decisione dovrebbe essere presa in un Eurogruppo che attualmente non viene chiamato. Monti è stato molto chiaro nella sua conferenza stampa con KATAINEN. Ha detto che attualmente “non sembra che l’Italia hanno bisogno di assistenza speciale, certamente non è necessario il salvataggio della sua economia”. Ma ha aggiunto: “L’aiuto può essere necessario, forse, dalla lentezza con cui i mercati capire gli sforzi ei risultati ottenuti.” Cioè, ha lasciato aperta la possibilità di tale richiesta di assistenza che il governo spagnolo insiste a negare.

Siria: Annan continua la sua ultima missione

L’ex Segretario Generale delle Nazioni Unite, che ha detto Lunedi di aver raggiunto un accordo a Damasco, era atteso in seguito a Teheran. Anche se ha ammesso di aver “fallito” in Siria , Annan non si arrende. A Damasco, dove si recò per la terza volta, l’ex segretario generale Kofi Annan ha detto Lunedi hanno concordato con Assad su un “approccio”, volto a porre fine alla guerra civile ha ucciso più di 16.000 vittime in sedici mesi. Il loro accordo, come il vicino siriano quotidiana al governo al-Watan , esamina i modi per attuare l’idea di una transizione politica, proposta da lui stesso Kofi Annan, e approvato 30 giugno a Ginevra da un “Gruppo azione “, tra cui anche la Russia . Nella loro dichiarazione finale, negoziato molto combattuta, i partecipanti hanno evocato la formazione di un governo di transizione composto di rappresentanti del potere e l’opposizione, per non parlare in bianco e nero Bachar di partenza. Ma le interpretazioni del contratto in seguito a divergere.

Washington e Parigi ha ritenuto che l’attuazione della transizione potrebbe in alcun caso essere effettuato con il presidente siriano, ribadendo Mosca e Pechino, che era il siriani per determinare il loro futuro. Paesi occidentali e la Lega araba non è riuscito a schiacciare il russo o ridurlo nel loro gioco, pur mantenendo Assad al potere sembra essere un imperativo categorico per Mosca. Kofi Annan gioca il tutto nel tentativo di perseguire un approccio inclusivo nei confronti di Mosca, ma anche a Teheran, un altro attore che ritiene essenziale. Il diplomatico ghanese era atteso ieri pomeriggio in Iran – un paese che gli occidentali hanno rifiutato di includere nel “Leading Group”.

Opposizione chiede di aiuto

Mezza voce, Kofi Annan ha criticato l’approccio adottato finora in Siria, come dimostrano le sue osservazioni al Mondo, Sabato. L’ex capo della Nazioni Unite ha voluto includere il “Gruppo degli Amici della Siria”, Venerdì 6 sale riunioni a Parigi – dove non era presente – di prendere una lettura del contratto di transizione che sia accettabile per Mosca. Tale non era il caso: i paesi “front anti-Bashar,” guidato dalla Francia, ha dichiarato che “coloro la cui presenza potrebbe minare la credibilità della transizione dovrebbe essere messo da parte”, citando poi Bashar Assad. Annan si lamentava che questi paesi “prendere iniziative individuali e collettive che minano le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza” delle Nazioni Unite. Un allusione che fornire armi all’opposizione da parte dei paesi del Golfo. Paesi occidentali e arabi continuano a fare affidamento formalmente sul piano Annan. Ma hanno anticipato il suo fallimento con il lancio di un “complementare” assicura che i diplomatici, la preparazione di una nuova risoluzione del Consiglio di Sicurezza ai sensi del capitolo VII della Carta delle Nazioni Unite.

Il tour di Obama si concentra sull’occupazione (2°parte)

“Il 8,2% è un numero eccessivamente elevato”, ha detto Romney da New Hampshire, dove è in vacanza con la sua famiglia. “La politica del presidente non è essere efficaci nella creazione di posti di lavoro, non ha un piano e nessuno idea è stata proposta per rilanciare l’economia”, ha aggiunto. Romney ha anche accusato il suo rivale accusandolo ripetutamente di applicare le stesse strategie che hanno fallito in passato. “Il fatto è che io ho un piano”, ha detto. Il candidato repubblicano descritto i dati sulla disoccupazione come “un pugno nello stomaco della classe media” Romney indicato anche il numero di disoccupati di lunga durata, circa 5,4 milioni di euro, il 49% su un totale di 12,7 milioni di disoccupati.

La figura è aggravata dalla crescita di un decimo al 14,9%, la percentuale di persone che hanno un lavoro a tempo parziale, ma piuttosto avere un tempo pieno, ei disoccupati che hanno rinunciato a cercare un lavoro. Obama ha fatto il suo discorso di pochi minuti dopo il suo avversario , ha sostenuto che la creazione di posti di lavoro rimane la sua priorità, ma non è stata adottata la strategia proposta dai repubblicani: per ridurre il tasso delle imposte sui regolamenti governativi ricchi e limite. “Il piano repubblicano è sbagliato. Abbiamo provato, abbiamo provato fino ad arrivare alla presidenza e non ha mai funzionato “, ha detto il presidente. Il presidente ha affermato nel suo discorso che ha lottato per evitare il collasso del settore automobilistico, qualcosa che era apertamente Mitt Romney e Obama non ha mancato di parlare in questi giorni soprattutto in una regione legata a questo settore in due stati chiave elezioni e dove spera di migliorare la situazione per novembre. Tuttavia, il presidente vede quando si avvicinano l’imminente processo elettorale, pur accelerando la ripresa economica. Ore dopo la pubblicazione di questi dati, Obama ha difeso in un discorso dalla città della Polonia, nello Stato dell’Ohio, gli aspetti positivi gli ultimi dati della disoccupazione, e ha sostenuto la creazione di 4,4 milioni di posti di lavoro, in modo da costante negli ultimi 28 mesi. “La recessione non ha colpito, ma abbiamo lavorato ogni giorno per ripristinare l’economia del nostro paese”, ha detto il presidente. Per il secondo mese consecutivo, i dati sulla disoccupazione sono convertiti in argomento elettorale per il candidato repubblicano, Mitt Romney. L’ex governatore del Massachusetts, il Venerdì descritto i dati più recenti di disoccupazione come “un pugno nello stomaco della classe media.” Solo quattro mesi dopo le elezioni, i dati aiutano la campagna Romney a concentrarsi su uno dei più grandi ostacoli alla candidatura di Obama: l’economia.

In un altro settore del corpo elettorale, la comunità ispanica, con cui Obama deve essere imposto sul rivale, il tasso di disoccupazione non è migliorata dal mese di maggio e ancora l’11%. Il candidato democratico deve basarsi sulla creazione di posti di lavoro nel settore dei servizi, che ha aggiunto 47.000 posti di lavoro, il settore sanitario, con 13.000 nuovi dipendenti e le imprese, con 11.000. I dati di occupazione Dipartimento mostrano anche che la retribuzione media di un dipendente è aumentato di 6 centesimi, a 23,50 dollari, 2% in più di un anno fa. il tasso del costo della vita, l’inflazione per i consumatori degli Stati Uniti è stata di 1,7% dello scorso anno.

A Roma, Merkel insegna ad Hollande le riforme

Quando il cancelliere chiede “più Europa”, le condizioni francesi la perdita della sovranità alla “solidarietà”. Il centro di un dibattito europeo in cui si crede già ampiamente chiarito le sue posizioni, Angela Merkel non era certo entusiasta di andare in cima quattro convocata dal Mario Monti . Era ancora presente Venerdì con il Presidente del Consiglio italiano di Francois Hollande e il primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy , per il loro appuntamento finale prima del Consiglio europeo del 28 e 29 giugno Ma il Cancelliere non ha perpetuato nel soffocante romana: è volato nel tardo pomeriggio a Danzica, in Polonia, per assistere alla partita di calcio Germania-Grecia.

Durante la conferenza stampa, il Cancelliere ha chiaramente ribadito il suo credo europea – disciplina finanziaria e di bilancio, l’unione politica … – che segna la distanza che separa ancora i suoi partner, Francois Hollande in mente. “Abbiamo bisogno di una più stretta unione politica nella zona euro , ha sottolineato il Cancelliere. La lezione della crisi è che essa non deve essere inferiore a Europa, più Europa, ma (…) Dobbiamo creare una struttura politica che è coerente con la nostra moneta unica. ” Per Francois Hollande, il sindacato è determinato da un processo i cui contorni e la tempistica resta incerta. Ci vorrà che “dieci anni prima, così come l’integrazione, vi è di eurobond per essere uno strumento utile per l’Europa “, ha detto Venerdì. Un progetto che non soddisfa l’approvazione del cancelliere, ostile a qualsiasi forma di messa in comune di debito . Se si evoca la “solidarietà”, Angela Merkel, a sua volta richiede ancora il “controllo” sui fondi potrebbero essere versati dal contribuente tedesco. “Responsabilità e controllo devono andare insieme”, ha detto al Mariano Rajoy, escluso il contribuente tedesco potrebbe finanziare le banche spagnole in rosso, dal momento che non c’è in questa fase del regolatore indipendente in grado di chiedere riforme di tali banche. Per salvare l’ euro , Francois Hollande messo in crescita – “una priorità che è emersa”, ha commentato. Come i suoi partner meridionali, il presidente francese conta anche sui meccanismi di solidarietà in atto durante la crisi. Interrogato sulla possibile perdita di sovranità, egli sottolinea che questi potrebbe essere fatto che “in relazione agli elementi di solidarietà.” Non c’è dubbio, però, secondo dirigente tedesca, il Fondo europeo per la stabilità finanziaria ( EFSF ) o il meccanismo europeo di stabilità ( MES ) può essere più flessibile per consentire un rifinanziamento della banca. Né, come richiesto da Mario Monti, l’EFSF può acquistare titoli di Stato sui tassi di mercato secondario per rilassarsi. Per il Cancelliere, abbiamo bisogno di riforme, riforme e ulteriori riforme. Rajoy e Monti cominciò a prendere la loro parte di questo fardello. Ma Francois Hollande può essere particolarmente presi di mira quando dice che “la crescita e la solidità delle finanze sono le due facce della stessa medaglia”. E aggiunge: “Abbiamo bisogno di solidarietà e di competitività.” A Roma, l’obiettivo era quello di preparare le misure di ripresa economica e di stabilità finanziaria che verranno discussi la prossima settimana a Bruxelles. La “componente di crescita” non porre problemi di rilievo tra i quattro partner. Mario Monti ha accolto con favore l’istituzione di un pacchetto di 130 miliardi di euro, ovvero l’1% del PIL europeo. Parigi, Roma, Berlino e Madrid hanno anche concordato una tassa sulle transazioni finanziarie . Progress, che restano da confermare, sono state apportate al sindacato bancario , che sarebbe un buon segnale per i mercati. Ma, come Angela Merkel ha riconosciuto prima di lasciare Roma, “ci sono ancora problemi …” Di fronte con i partner europei in difficoltà con impazienza il Cancelliere ad accettare di mettere le mani in tasca, la sua strategia prima del Consiglio europeo di Bruxelles è stato il Venerdì, a cedere nulla.

L’Europa è d’accordo su un piano per la crescita

Il presidente francese Francois Hollande, con la sua sinistra, il primo ministro belga Elio di Rupo e il suo diritto al capo del governo spagnolo Mariano Rajoy. I leader dell’UE hanno deciso di spendere 120 miliardi di euro alla crescita. Una tabella di marcia per l’ulteriore integrazione economica e monetaria si aspetta anche quest’anno. Leader europei, che si sono incontrati Giovedi a Bruxelles per un vertice visto come cruciale , hanno trovato un terreno comune. Essi hanno concordato un patto per la crescita per un importo di 120 miliardi di euro, ha annunciato in serata il presidente dell’Unione Europea Herman Van Rompuy.

“Abbiamo espresso il nostro accordo su un certo numero di punti”, ha detto in una conferenza stampa. “Quello che abbiamo già concordato per l’agenda per la crescita e l’occupazione per la quale ci mobiliteremo quasi 120 miliardi di euro per intraprendere azioni immediate per la crescita”, ha detto. Ha detto che questo programma è attraverso la capacità di prestito maggiore della Banca Europea degli Investimenti (BEI) a 60 miliardi di euro, il restante 60 miliardi provenienti dalla riallocazione dei fondi strutturali inutilizzati. Ci sarà anche hop progetto “lanciato in estate” per finanziare le infrastrutture dei trasporti e dell’energia, pari a 5 miliardi di euro. Il piano era stato sostenuto la settimana scorsa dai quattro maggiori economie della zona euro : Germania, Francia, Italia e Spagna. Anche l’Europa sta procedendo verso una maggiore unione economica e monetaria. Secondo il progetto di conclusioni del Consiglio europeo, i capi di Stato e di governo dell’Unione europea (UE) chiederà i quattro più alti funzionari dell’UE per trasformare i brani che hanno già delineati in un tabella di marcia . Quest’ultimo nascerà entro la fine dell’anno, con una relazione intermedia nel mese di ottobre. I brani che sono stati presentati dal presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy, presidente della Commissione europea Jose Manuel Barroso, Presidente della dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker e il presidente della Banca centrale europea (BCE) Mario Draghi, erano stati raccolti in un rapporto intitolato “Verso una vera unione economica e monetaria”. Quattro brani sono stati discussi: l’istituzione di un quadro finanziario integrato, un quadro integrato di bilancio, un quadro politico integrato e una maggiore legittimità democratica e la responsabilità delle azioni. Il sindacato bancario, che fa parte del processo di integrazione dovrebbe essere sviluppato per i 27 paesi dell’Unione europea, con lo sviluppo delle differenze tra i paesi della zona euro e l’altro, indica la proposta di conclusione. La Germania si oppone all’uso della ricapitalizzazione banca europea della vigilanza finanziaria, se non viene fatto a livello continentale, secondo una fonte del governo tedesco. Mentre il vertice UE ha appena iniziato, le tensioni tra Berlino e dei paesi dell’Europa meridionale si sono intensificati negli ultimi giorni. Durante una visita a Parigi per incontrare Francois Hollande , Angela Merkel aveva ancora dimostrato di voler costruire “un’Europa forte e stabile “. Ma dietro questa decisione c’è una rigidità che indebolisce l’area dell’euro. E come una solidarietà europea sostenuta da mischia Francia. Inflessibile con Parigi Eurobonds , Berlino è altrettanto con i paesi dell’Europa meridionale. Un accanito per la vigilanza finanziaria, Berlino sarebbe supporta l’utilizzo del Fondo di stabilità per ricapitalizzare le banche europee, ma solo se è l’Europa che serve come un poliziotto, e non lo Stato interessato. “Non possiamo iniziare dicendo che recapitalisons direttamente con le banche”, ha detto una fonte del governo tedesco. Una posizione che, se confermata, ha qualcosa per smorzare l’entusiasmo di paesi come l’Italia o la Spagna, le cui banche sono in grossi guai.

L’euro: la ricostruzione di Roma in un giorno

Finalmente un vertice della zona euro ha individuato il problema centrale della crisi: non è uno di inetti spesa latino, ma le banche irresponsabili. Un po ‘come quella bottiglia di latte sdraiato a portata di mano oggi, i salvataggi della zona euro hanno una vita breve. Il malumore covato accordo nelle prime ore del mattino di Venerdì a Bruxelles può, tuttavia, hanno inciampato in una più lunga vita formula. Non per la ricetta, che deve ancora essere contrattato – se qualcuno pensa che in Spagna, la Germania ha appena scritto un assegno in bianco per le sue banche insolventi, dovrebbero ripensarci. Ma a causa di un fatto politico che brillava attraverso concessioni multiple Angela Merkel: di fronte ad una scelta binaria di allontanarsi dall’unione monetaria e lasciare che il collasso o di fare qualcosa per tenerla insieme, se la pressione sufficiente è messo su di lei, si attaccano con la euro. L’impulso per l’accordo è venuto da una fonte insolita. Non da un socialista francese con un anti-austerità mandato, ma da un tecnocrate italiano e un conservatore spagnolo che hanno già esercitato il coltello. Merkel è stato detto se non fare qualcosa per fermare gli alti tassi di interesse sulle obbligazioni italiane, o per facilitare Madrid oneri finanziari, che sono stati in bilico sul bordo del conveniente, sia in Italia che in Spagna potrebbe bloccare il pacchetto di modesta crescita del vertice destinato a annunciare.

Mario Monti non ha bisogno dei nuovi termini del salvataggio lui e Mariano Rajoy costretto la Germania ad accettare – che il denaro sarebbe stato iniettato direttamente nelle banche senza un corrispondente aumento del debito nazionale, che i creditori privati godrebbe lo stesso status del fondo di salvataggio in caso di rinegoziazione del debito, che l’Italia e la Spagna sarebbe ottenere il denaro, senza dover imporre nuove condizioni di austerità. Ciò che Monti aveva bisogno era un cambiamento di direzione. Come diceva lui, della zona euro “blocco mentale” era stata infranta. Così la prima riga della dichiarazione del vertice comincia da una premessa nuovo – affermando la necessità di spezzare il circolo vizioso tra settore bancario e del debito sovrano. Ha preso abbastanza a lungo per far cadere la monetina, ma alla fine di un vertice della zona euro ha individuato il problema al cuore della crisi: non è uno di inetti spesa latino, ma le banche irresponsabili. Queste banche non hanno più bisogno di liquidità provvisorio. Essi sono insolventi e bisogno di una quantità gravi di moneta sonante. Merkel potrebbe aver perso questa battaglia, come la stampa tedesca fin troppo in fretta ha sottolineato, ma quasi certamente non ha perso la guerra. Se il libro delle regole deve ancora essere scritto su come stabilire un nuovo sindacato bancario, un’autorità di vigilanza per la zona euro, i tedeschi si assicureranno che la scriverò. Ogni modifica al meccanismo di stabilità europeo (ESM), dovrà passare attraverso il Bundestag e il parlamento non è l’ultimo ostacolo. Ratifica richiede l’approvazione da parte del giudice costituzionale, che può ancora sulla scia del vertice di essere bombardati da petizioni da parte dei politici. Il giudice poteva ancora decidere il trasferimento dei poteri sono tali da richiedere un cambiamento della costituzione e della Germania prima nazionale del dopoguerra referendum.

Europa: il rosso predomina, nonostante i controlli della BCE.

Verifiche rassicurante banche spagnole e un annuncio della BCE non sono stati sufficienti a ripristinare la fiducia nei mercati europei dopo il degrado di alcune grandi banche di Moody. Madrid clinciatura 1,7%, ma il Milan e Zurigo ha prodotto 0,4 %, 0,9% a Londra e Francoforte. Su Euronext Lisbona ha lo 0,6%, quando Parigi e Bruxelles e Amsterdam perso il 0,6% 0,9%. Wall Street avanzato per la sua quota del 0,3%. A seguito di un esame avviato lo scorso febbraio, Moody ha detto giovedì che degradano le sue note su quindici le banche americane ed europee, tra cui gruppi del calibro di Deutsche Bank , Credit Suisse e Credit Agricole. il morale degli operatori è stato appesantito dal clima economico Ifo, che si attesta a 105,3 questo mese, contro i 106,9 in maggio. Gli economisti aspettavano un calo a poco meno di 106. L’oscurità era passare in secondo piano i due controlli indipendenti che hanno quantificato le esigenze di capitale delle banche spagnole che circa € 60000000000 , stima che “sembrano credibile e coerente ‘, secondo Natixis. ‘Questo è minore di 100 miliardi che sono già stati rilasciati dai ministri delle finanze della zona euro al fine di ricapitalizzare il settore bancario in Spagna ‘accolto un analista di IG Markets. ‘Sappiamo che la crisi non più solo la Grecia, ma anche Spagna, Italia e forse in Francia.

La cosa principale è quello di risparmiare tempo ed evitare situazioni di shock. Tutti questi problemi possono essere risolti ‘, conclude. Gli occhi sono sulla buona strada per Roma, dove capi di stato tedesco, francese, italiano e spagnolo si incontrano per preparare il vertice europeo il prossimo fine settimana. rialzo del dollaro prossimità 1,2530 nei confronti dell’euro e di un barile di petrolio contiene 1,5% a 79,3 milioni di euro. titoli finanziari sono particolarmente ben orientata, nonostante il degrado di MOODY’S cinque importanti istituzioni statunitensi. Sul Dow, Bank of America è salito dello 0,4% e 2,4% JPMorgan vittorie. Non ci sono statistiche sono riportati nel calendario economico di oggi a Wall Street.

La BCE non è riuscita a portare un sorriso agli investitori, anche se ha deciso di ampliare la gamma di attività che possono essere portate in garanzia alle sue operazioni, a sostenere la fornitura di credito alle famiglie e alle imprese non finanziarie. In assenza di indicatore statunitense leader di questo pomeriggio, tutti gli occhi rivolti a Germania, Francia, Italia e Spagna che si sono incontrati per preparare il vertice europeo il prossimo fine settimana. abbandonata Clariant 4,2% a 9,9 franchi svizzeri a Zurigo, dopo la presentazione di specialità previsione finanziaria del chimico fino al 2015. Egli si aspetta un margine EBITDA superiore al 17% nel 2015, rispetto al 13,2% nel 2011. Michael Page svitato dal 4,9% a 363 pence a Londra, colpito da Credit Suisse che ha declassato il suo parere sulla la società di ricerca ‘neutral’ a ‘underperform’ e il target price di 385 a 355 pence. gruppo petrolifero Eni (-1,3% a 16,2 euro a Milano) ha firmato accordi con Rosneft ‘cooperazione strategica’ per creare joint venture per lo sviluppo congiunto di giacimenti offshore nel Mare di Barents e del Mar Nero.

Tutto quello che devi sapere sui migliori conti correnti in Italia, le loro condizioni e servizi, e le nuove offerte per i risparmiatori.
Iscriviti via mail alle nostre news

Scrivi il tuo indirizzo e-mail:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia