Crisi economica e finanziaria. Tutti i nostri post che parlano di: Crisi economica e finanziaria

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Crisi economica e finanziaria. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Il deficit spagnolo sulla buona strada per superare quella di Grecia, Portogallo e Irlanda

La Commissione europea ieri ha ufficialmente iniziato correre previsioni del governo spagnolo. Bruxelles non credere alle previsioni di evoluzione Mariano Rajoy del prodotto interno lordo (PIL) ancora molta strada da fare per raggiungere gli obiettivi di disavanzo. Il piano di bilancio biennale presentato dal governo spagnolo per l’esecutivo Ue è senza valore. Non ci sono nuovi tagli alla spesa o aumenti delle tasse, è pronta a diventare la Spagna nel 2014 nel paese con il più alto deficit d’Europa, secondo le previsioni d’autunno, pubblica ieri dalla Commissione. In risposta, il commissario per gli affari economici, Olli Rehn, ha esortato il governo spagnolo di introdurre ulteriori misure di serraggio. Per ora, con le proiezioni della Commissione, la Spagna sarebbe diventata il paese europeo con un deficit più grande, davanti a paesi come l’Irlanda, la Grecia, Cipro e Portogallo. Per l’anno 2014, le previsioni della Commissione europea indicano che il disavanzo pubblico spagnolo è del 6,4%, contro Cipro (6%), Irlanda (5%) e Grecia (4,6%). Già nel 2013, le previsioni di Bruxelles è che i conti pubblici spagnoli gap è la seconda più grande della zona euro, appena dietro l’Irlanda. Il rapporto ufficiale pubblicato ieri conferma che rimprovero a punta il progetto lavorativo a Bruxelles. L’economia spagnola cadrà 1,4% nel 2013, tre volte quello che il governo stima (-0,5%) e l’economia inizierà a crescere solo di poco nel 2014. Inoltre, gli obiettivi di disavanzo non sarà raggiunto.

Quest’anno, il deficit sarà pari all’8%, guidato da un punto di conteggio degli aiuti alle banche, a fronte di un obiettivo del 6,3%. Ma c’è di peggio nei prossimi due anni. Bruxelles prevede che il disavanzo di stare al 6% nel 2013 e del 6,4% nel 2014, l’anno in cui il governo di Mariano Rajoy si è impegnato a ridurlo al 2,8%. Anche se le cifre per il 2012 e il 2013 sono identiche a quelle contenute nel l’ultimo progetto, del 2014 sono ancora peggiori. “Abbiamo incoraggiato la Spagna di realizzare presto le misure di risanamento del bilancio per il 2014”, Rehn ha detto ieri a Bruxelles, in una trasmissione orale su Internet, sottolineando che le previsioni per il 2014 “è ben al di sopra degli obiettivi fissati per l’anno “. Il commissario ha detto che questa settimana ha trasmesso il messaggio al ministro dell’Economia spagnolo, Luis de Guindos, con la riunione dei ministri del G20 in Messico. Per quanto riguarda gli anni 2012 e 2013, la Commissione sta “esaminando se la Spagna ha adottato misure efficaci” per ridurre il deficit, e ha aggiunto che Bruxelles non si limita a trattare gli obiettivi nominali, ma soprattutto “in stress strutturale”. Ciò significa che la Commissione sarebbe disposta ad accettare che la Spagna non riescono a soddisfare l’obiettivo di disavanzo, se si pensa di aver preso provvedimenti, ma il peggioramento della situazione economica che impedisce gli obiettivi. In ogni caso, l’impressione lasciata Rehn non è ancora il momento di rivedere gli obiettivi di riduzione del divario delle finanze pubbliche, è meglio aspettare fino a quando si conoscono i dati di bilancio di esecuzione quest’anno, la Spagna si è materializzato le nuove impostazioni e vedere più chiaramente lo stato dell’economia. La parte della relazione di ieri a Bruxelles sulla Spagna ha spiegato che il recupero del disavanzo previsto per il 2014 è dovuto principalmente il governo ha promesso che quest’anno scadenza imposta aumento del reddito che il governo di Rajoy chiamato eufemisticamente come “supplemento temporaneo di solidarietà “. Questa settimana, Rajoy ha cominciato a prendere le distanze dalla sua promessa, dicendo che “vorrebbe” a rispettare, ma pensare che lo farà.

“Più che una crisi in Europa, abbiamo sperimentato un cambiamento di civiltà” (5°parte)

Uno dei paradigmi di questa nuova civiltà è che lo Stato è più piccolo e la società civile diventa più grande. Il mondo è dietro al riguardo. Ci deve essere una maggiore promozione della società civile, sempre più coinvolto in molte attività di governo, ma anche di investire, piuttosto che tutto ciò che hanno di investire lo Stato, ad esempio sulle autostrade. Per gli ospedali e le scuole possono essere finanziati con fondi privati e con lo Stato riduce la pressione vostre esigenze finanziarie. Ha bisogno di investimenti in modo che non vi è l’attività economica e l’occupazione era necessario l’attività economica. D. Vede resistenza a entrare in quel modello? R. No, non so perché non lo è. Penso che sia inerzia. Inerzia. Perché stiamo anche vedendo che la medicina che viene proposto è il tradizionale, si applica ai paesi in via di sviluppo per molti anni. Prima ho detto che le crisi nei paesi in via di sviluppo e dei consumatori pagato risparmiatori sviluppati. Nei paesi sviluppati semplicemente andato giù il tasso di interesse e consisteva tutto. Ma così tanti eccessi che sono stati fondamentalmente un problema di eccesso, che si devono sacrificare ora, il risparmiatore con tassi negativi, e delle politiche dei consumatori di recessione.

D. Qual è la sua posizione sul futuro dell’euro? R. Penso che dovrebbe sopravvivere. Le politiche di bilancio dovrebbero cercare di conformità. Tutto quello che ho potuto vedere è che un tasso di cambio dell’euro molto alto, con un dollaro che si è svalutato cercato tutte le monete per fare alcune correzioni di conto corrente e commerciale, è di un livello così alto che toglie competitività Europa, poi in molti modi fa sì che l’Europa diventi una sorta di economia chiusa, in cui solo coloro che sono in giro per l’euro possono scambiare tra di loro, ma che i costi li esporta a lavorare altrove o essere competitivi. D. Qual è il tuo piano di medio e lungo termine in Europa? R. Non abbiamo intenzione al circostanziale, che stiamo investendo è un concetto a lungo termine. Gli investimenti che abbiamo fatto, e il nostro approccio è a lungo termine. Non stiamo investendo per un valore di 100 e va fino a 120 o 200 e venderlo. A lungo termine è per questo che diventa investimento molto importante, investimenti chiamare non è, di avere società di investimenti di capitale leader nei mercati in cui sono. R. Ad esempio, nel sistema bancario sarebbe formula ideale un po ‘di capitalizzazione americano preferenziale rimborsabili, ridurre al minimo il pagamento della società, è più una sorta di capitalizzazione temporanea, ad esempio, servizi igienico-sanitari. Un’altra cosa: i governi sono fortemente indebitati. Fa che il debito è? Privato. Beh, guarda cambiando asset di debito, ridurre il debito, eliminare i deficit fiscali, abbassarli. Ho sostenuto che sotto la crisi del debito estero del 1982, e il Consenso di Washington, si gira verso l’esterno, le aperture commerciali più delle esportazioni, i tassi di cambio flessibili, di esportare i migliori svalutazioni, apertura agli investimenti , privatizzazioni disinfettato il sistema fiscale del nostro paese … Per diversi anni penso che sia molto importante per tutto il possibile per sostenere lo sviluppo dell’economia nazionale, l’economia interna.

Il FMI e la Banca mondiale avverte degli effetti di incertezza economica globale

Il direttore del FMI delegato, Christine Lagarde, ha ricordato nel suo discorso di apertura in occasione della riunione che le incertezze che interessano diverse parti del globo è il fattore “più difficile da analizzare” di questa crisi, e che rende “investimento, creazione di occupazione o di creazione di valore economico “nello scenario attuale. L’asse su cui “è necessario intervenire con maggiore urgenza”, ha detto l’ex ministro delle Finanze di Francia, è la zona euro, dove nonostante i recenti progressi di attivare meccanismi di riforma “cose devono accadere più e più velocemente.” Tuttavia, l’agenzia ha sottolineato fin dall’inizio degli incontri che l’Europa e gli Stati Uniti, che si affaccia la minaccia di un precipizio finanziario, non sono le uniche fonti di preoccupazione in questa crisi, come il rallentamento globale comincia ad interessare economie emergenti. Lagarde avuto il tempo di notare che il FMI ha già superato due dei tre “soglia” necessario per realizzare la riforma del sistema delle quote (che definisce il potere di voto), approvata nel 2010 per dare più potere a questi paesi per i paesi industrializzati e che la questione si discuterà anche i 188 membri a Tokyo. Per quanto riguarda gli effetti della crisi nei paesi emergenti, Lagarde ha detto che “l’America Latina sta facendo molto bene” per evitare la buca.

In ogni caso, il Fondo monetario internazionale si è impegnata a continuare a fornire il maggior volume possibile di formazione tecnica, in particolare per quei paesi (molti dei quali in America Latina) che hanno ampliato e consolidato le istituzioni finanziarie o stanno facendo. Sotto la riunione di Tokyo, il governatore della Banca di Colombia, Jose Dario Uribe ha difeso la “buona condotta” per la crisi nella regione, che ha messo insieme un quadro composto di una “sana politica fiscale” e di riduzione del debito. Presidente della Banca Mondiale Jim Yong Kim, partecipa a un incontro con le ONG nel settore della riunione annuale del FMI e della Banca Mondiale (BM), tenutasi oggi a Tokyo (Giappone). Tuttavia, e in linea con gli avvertimenti del FMI, Uribe ha avvertito che chiunque in America può “isolare” gli effetti di questa crisi. L’agenzia ha recentemente dichiarato che i flussi di capitali a rimanere la regione “stabile” e favorevoli condizioni di finanziamento, ma ha anche osservato che il rallentamento cinese o la trasmissione per l’economia delle politiche monetarie di andamento nel Brasile hanno avuto un effetto notevole. Il presidente della Banca Mondiale (BM), Jim Yong Kim, ha parlato oggi per la prima volta alle riunioni per avvertire l’instabilità “inquietante” dei prezzi alimentari che colpiscono entrambi i paesi dell’America Latina e di altra economia del mondo . Oltre a una migliore risposta per soddisfare le impennate dei prezzi, la priorità della Banca Mondiale, ha detto, è quello di garantire che i paesi dispongono di risorse alimentari di emergenza e garantire la creazione di un piano a lungo termine per garantire la sostenibilità dell’agricoltura. In termini generali, ha espresso la necessità di tutelare “la crescita registrata negli ultimi cinque anni nei paesi in via di sviluppo dell’America latina, Africa e Asia”, nonostante le prospettive macroeconomiche. “Nonostante la crisi, investendo nello sviluppo è essenziale per il bene del mondo”, ha insistito Kim, però, avrà meno risorse rispetto al suo predecessore, Robert Zoellick, per promuovere lo sviluppo dato che i fondi WB, a differenza di il Fondo monetario internazionale, non hanno ampliato. “Nonostante questo noi continuiamo a pensare che possiamo procedere rapidamente. Abbiamo applicato le misure di emergenza ai paesi in crisi”, ha ricordato gli Stati Uniti, che ha chiesto di “fare le cose in modo più efficiente”, la durata di tale.

La Merkel e la crisi economica (2°parte)

Era tedesco. Rettore, dopo aver dato al pubblico un caffè e uno spuntino e fermarsi a una grande foto per commemorare il 20 ° anniversario della caduta del muro in cui appaiono Helmut Kolh, Mikhail Gorbaciov e George Bush (padre), i tre protagonisti principali di tale fatto storico, poi proseguì. Mendez e Toxo è stato dato un breve, scritto in tedesco, degli accordi firmati da sindacati e datori di lavoro sui salari e le pensioni e la flessibilità che non erano stati restituiti a Rajoy. La prima volta che il governo di Rodriguez Zapatero, e la seconda dal gennaio scorso, e con quella a La Moncloa.

Il cancelliere poteva sentire altre voci il parere della Spagna

Merkel ha elogiato e riconosciuto non sapeva la portata di questi accordi, forse perché nessuno aveva spiegato lei o il suo popolo. In ogni caso, i sindacati ha cercato di rimuovere l’immagine su di loro che potrebbero essere stati trasmessi dal governo Rajoy, che ha il dubbio onore di essere il presidente spagnolo che prima di aver proclamato uno sciopero generale.

I sindacati ha detto Rajoy le riforme non creerà posti di lavoro

Merkel, che portava il peso della riunione, era molto interessato alle opinioni sui problemi della Spagna e le riforme intraprese da Rajoy, il cui sostegno ha riconosciuto. La risposta che mi aspettavo, è stata negativa. I funzionari del sindacato ha sottolineato che le riforme non si va a risolvere problemi o migliorare la crescita economica e la riforma del lavoro, in particolare, non porterà ad alcuna soluzione per creare posti di lavoro e ridurre la disoccupazione. Allora non aveva ancora annunciato le misure di aggiustamento che il governo approvare settimane dopo prese in larga parte sotto la pressione della Germania, e hanno incoraggiato i sindacati, che sono motivi sufficienti per chiamare un altro sciopero generale, e anche la popolazione in generale. Il cancelliere ha anche chiesto circa i vincoli di bilancio di autonomia, su cui i due sindacalisti hanno lavorato per smantellare leggenda nera ha messo su di loro ultimamente. Hanno anche parlato delle proteste minerarie e solo approfondito il salvataggio e la possibilità di intervento in Spagna, forse per il fatto che solo pochi giorni fa che aveva approvato gli aiuti al settore finanziario, che Merkel ha cercato altri pareri. I sindacati hanno sottolineato che speravano presto il credito torni a fluire in Spagna per sbloccare il blocco dei consumi, ma erano increduli circa l’immediata efficacia. D’altra parte, ha esaminato l’importanza di eliminare il problema del debito e ridurre il premio per il rischio con la Germania. Sommer, che a malapena ha parlato, ha difeso il contributo tedesco alla salvataggi europei e preoccupati per la minaccia di spagnoli giovani a diventare “una generazione perduta”. Non c’erano promesse di alcun tipo da qualsiasi interessato. Il Cancelliere ha detto che non avrebbero interferito negli affari interni politici spagnoli ma sostenere il dialogo sociale in Europa. Sulla riunione del portavoce del ministero degli Esteri dicono Merkel incontra “regolarmente” con le parti sociali, anche da altri paesi. Questi incontri sono un “confidenziale”, in modo che il governo non si pronuncia ufficialmente il loro contenuto o loro situazione. Tuttavia, Berlino si nota una certa preoccupazione che la riunione potrebbe essere preso la briga di Moncloa.

La Merkel e la crisi economica

“Ti conosco che erano con me Merkel ha commentato.” Era il saluto, un po ‘ironicamente, Mariano Rajoy, mentre stringe la mano, Candido Mendez e Ignacio Fernandez Toxo quando sono entrati Giovedi mattina alla carica di Il presidente a La Moncloa. “Sì, potremmo spiegarle prima firmato accordi con i datori di lavoro”, ha espetaron con il sarcasmo stessa. era stato convocato d’urgenza il giorno precedente e doveva essere dopo aver incontrato con la Merkel. I segretari generali della UGT e CCOO si erano riuniti, infatti, il Cancelliere tedesco a Berlino il 5 luglio a sua richiesta e con il disprezzo che erano affetti da Primo Ministro del suo paese, che dopo sei mesi ufficio non aveva dato alcuna risposta alle richieste sindacali. Anche se le fonti dicono che La Moncloa Rajoy ha organizzato la propria agenda, la mediazione del cancelliere è stato determinante nella nomina il Giovedì. Toxo e Mendez aveva chiesto a metà giugno incontro con Merkel sul suo omologo della Confederazione tedesca dei sindacati (DGB, nel suo acronimo tedesco), Michael Sommer, che, dalla discrepanza, mantiene una “stima” e ” un buon clima “nei rapporti con Merkel. Il presidente della Confederazione europea dei sindacati (CES) di Toxo, di turno in turno, ha facilitato l’incontro, ma, soprattutto, influenzata dalla interesse mostrato dalla stessa Merkel a cogliere l’opportunità che ha dato i sindacati sappiamo da altre voci la realtà spagnola che sta causando preoccupazione tanto negli ultimi mesi. L’obiettivo iniziale dei sindacati era che la riunione ha avuto luogo prima del vertice europeo a fine giugno per presentare la loro visione del Cancelliere situazione spagnola.

Agenda Merkel ha impedito la sega prima dell’evento, che sono stati concordati gli aiuti a 100.000 milioni di euro per salvare le banche spagnole, ma sono riusciti è stato pochi giorni dopo. Merkel ha chiesto di essere tenuto segreto, a condizione che i dirigenti di UGT e CCOO scrupolosamente. Si è appreso dopo l’incontro con Rajoy e altri canali. Merkel chiama i due leader sindacali nel suo spazioso ufficio della Cancelleria, un edificio moderno, il cui cortile è dominato da una statua di Eduardo Chillida che rappresenta la riunificazione della Germania. Sono arrivati in tempo i due sindacato teutonica alle ore 11 accompagnati da Sommer, che ha anche partecipato alla riunione. Era atterrato a Berlino il giorno prima, che ha permesso loro di preparare la loro associazione ospita il vertice che si terrà quasi parallela al hispanoalemana prevista per l’inizio settembre a Madrid. Si potrebbe anche rilassare in occasione dell’incontro con Merkel, dopo aver camminato attraverso la mitica Unter den Linden e la Porta di Brandeburgo a Berlino.

Merkel ha ricevuto un riassunto in regimi pensionistici tedeschi e lo stipendio

La riunione è stata anche la registrazione dell’operazione: un’ora. Tuttavia, esteso quasi un quarto d’ora, la sollecitudine per la Spagna e il credito concesso ai sindacati spagnoli. Merkel, con indosso una giacca costume tipico, grigio qui, è venuto con tre membri del suo staff (tre giovani), e un traduttore, il cui comando dello spagnolo era così perfetto e senza accento che gli ospiti confusi sulla sua origine.

La ricapitalizzazione delle banche spagnole

La Spagna soddisfa già molti di questi obblighi per il salvataggio di ricapitalizzare le banche. Come si fa a mettere la linea di credito? Un membro dell’euro dovrebbe chiedere aiuto ai membri dell’Eurogruppo. L’Eurogruppo, la Commissione e la BCE esamina se il paese si qualifica per l’assistenza e se le misure correttive sono necessarie da tale paese. Da questa analisi, i membri dell’Eurogruppo, deliberando all’unanimità, decidere il fondo di salvataggio proposto di prevedere che, linea di credito di tipo, quantità e durata. Ci sarà un memorandum d’intesa e l’accordo del fondo di salvataggio, come è accaduto con il salvataggio delle banche. La Commissione, in cooperazione con la BCE effettuerà stretta vigilanza del paese in questione e di riferire trimestralmente al dell’Eurogruppo. Se un paese si discosta dai suoi impegni, i membri dell’Eurogruppo si chiude l’impianto e costringere il paese a chiedere la resa totale. L’iniziativa della effettiva attivazione della linea di credito corrisponde al paese in questione, che dovrebbe allertare il fondo di salvataggio almeno una settimana di anticipo che si deve utilizzare il denaro. L’importo massimo di ciascuna rata deve essere fissato in anticipo, al momento del credito concesso. E per utilizzare i fondi, devono soddisfare le condizioni del MOU. Ha fatto il salvataggio nel caso della Grecia, Irlanda e Portogallo, il salvataggio con un programma di aggiustamento macroeconomico o di intervento di soccorso. Spagna e Italia stanno cercando di evitare in modo da non imporre le loro condizioni difficili e lo stigma nei mercati è ancora maggiore rispetto a un rimborso parziale. Germania e altri paesi preferiscono anche al fine di evitare l’esborso enorme di fondi coinvolti. Infatti, i fondi di salvataggio europei non hanno sufficiente capacità per salvare la Spagna e l’Italia meno che non siano autorizzati ad utilizzare per finanziare la Banca centrale europea.

Come si inizia? Il salvataggio totale è iniziato dopo una richiesta di aiuto da un paese che non potrebbero essere finanziate nei mercati a prezzi accettabili. Il paese deve negoziare un programma di adeguamento per il paese con la Commissione europea e dall’FMI. Questo programma deve essere approvato dai ministri delle finanze della zona euro e deve firmare un memorandum d’intesa. Quanto tempo ci vuole iniziare? A seguito di una richiesta di aiuto, ci vogliono tre o quattro settimane per sviluppare un programma di sostegno compresa la fornitura di esperti della troika (la Commissione, l’FMI e la BCE) nel paese in crisi. È la redenzione completa legata alle condizioni? Sì, è legato a una rigorosa politica economica contenute in un Memorandum of Understanding (MoU) tra il paese e la Commissione europea. Sono condizioni molto dure per ridurre il deficit pubblico (compresi i tagli alle pensioni, l’aumento dell’IVA e di licenziamento dei dipendenti pubblici in alcuni paesi) e le riforme strutturali che hanno portato ad abbassare il licenziamento, di ridurre il salario minimo, o piano di liberalizzazioni privatizzazione, entra in molti altri). Se un paese non è conforme alle condizioni, si può interrompere esborsi, almeno fino a quando le condizioni sono rivisti e rinegoziati.

Il parlamento tedesco ha approvato il salvataggio delle banche spagnole

La camera bassa del Parlamento federale (Bundestag) ha approvato la partecipazione Giovedi tedesco per il salvataggio bancario spagnolo, con una larga maggioranza, con il sostegno dell’opposizione di centro-sinistra. Dopo un dibattito parlamentare che ha avuto inizio con una richiesta di sostegno da parte del ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schäuble, 473 deputati hanno votato a favore della Spagna riceve fino a 100.000 milioni di euro per ricapitalizzare le banche con problemi di solvibilità. L’unico partito che ha raccomandato di voto contro di loro era La Sinistra (Die Linke), il cui leader Sahra Wagenknecht accusato il democristiano Angela Merkel (CDU) a “seppellire i soldi dei contribuenti sul buco nero dei mercati finanziari”. In totale, 97 deputati ha respinto la misura e 13 astenuti. La votazione si è svolta in una sessione straordinaria del Parlamento che ha costretto molti membri ad interrompere le loro vacanze estive. Ministro Schäuble ha detto alla Camera che, una volta avviato il salvataggio, “dovrà essere stabilito che le banche spagnole sono in grado di sopravvivere”. Come espresso nel discorso, questa sarebbe una delle misure negoziate con il governo spagnolo nel memorandum che regola le condizioni del rimborso. Ha detto anche che la Spagna è “in pista” con i suoi “giusta e necessaria” riforme strutturali. Per questi “sforzi” per una conclusione positiva, “La Spagna deve risolvere il problema del suo sistema bancario.” Trust ha detto che “può fare una volta per tutte.” Ma Schäuble è stato molto chiaro nel definire le responsabilità economiche di credito astronomica: “La Spagna sta facendo la richiesta, la Spagna riceve denaro per le loro banche e la Spagna si riflette.” Il ministro esclusa e le proposte del futuro capo del fondo permanente di stabilità ESM, Klaus Regling e monetari Olli Rehn, commissario per gli affari. Proprio come il capo della, dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker, che vogliono l’aiuto alle banche sono supportati da fondi di stabilità e quindi l’intera zona euro. La Germania contribuisce quasi il 30% delle garanzie per fondo di stabilità EFSF provvisorio, dove arriveranno i soldi per il salvataggio della banca spagnola.

Per cominciare ha presentato una tranche di aiuti di “emergenza” di 30.000 milioni di euro questo mese. Nonostante la durezza del capo della finanza pubblica cancelliere tedesco Merkel ha ottenuto il sostegno unanime dei deputati di centro-destra, 13 parlamentari democratici (CDU / CSU) e 9 del partito liberale FDP ha rifiutato di concedere un aiuto alla Spagna. Un altro si sono astenuti e sei non hanno partecipato al voto. Nonostante queste defezioni, la coalizione della Merkel ha ottenuto la maggioranza proprio che avrebbe reso inutile il sostegno del socialdemocratico SPD e Verdi. Merkel ha fallito il “maggior parte del cancelliere,” la maggioranza assoluta alla Camera solo con il sostegno delle loro formazioni proprie. Con l’attuale composizione del Bundestag, Merkel avrebbe richiesto 311 voti a favore dei partiti della sua coalizione (CDU / CSU e FDP). Gli analisti tedeschi attribuiscono notevole valore simbolico a questa “la maggior parte del cancelliere”, ma Merkel è ancora il leader più apprezzato politica della Germania, anche se aveva già perso due precedenti votazioni su importanti salvataggi europei.

Una serata di negoziati

“Beh, siete venuti a la parte superiore della ultima chance? “Nei corridoi del Consiglio europeo nella notte di Giovedi, lo scherzo era fuso. Cinque, sei, sette? Abbiamo perso contare quanti di questi incontri (dei 20 che hanno avuto luogo dopo la caduta di Lehman Brothers ) sono stati presentati come «il luogo cruciale” per superare la crisi che l’area dell’euro attraverso per mesi. Una cosa è certa: visti i disaccordi sparsi sul tavolo, la serata sarebbe stata ancora lunga. Giovedi, primo pomeriggio. Nella Hall of Justus Lipsius del Consiglio europeo, chiamato in onore di Justus Lipsius, un filosofo del XVI secolo, quasi 1.500 giornalisti da tutto il mondo hanno collegato i loro computer. L’alveare ha cominciato a ronzare … E al piano 20 del palazzo – che non corrisponde ad un 20 ° piano! – Le redazioni di ciascuna delegazione incontrano … Nessuno sono davvero pronti, quando, poco prima di 14 ore, la prima vettura del balletto immutabile di veicoli d’ufficio si ferma a dieci minuti di anticipo prima della austero edificio. Esce … Francois Hollande . I media hanno appena il tempo di allungare i loro pick-up e ora il presidente francese che comincia a spiegare che è venuto “che i cittadini europei potrebbe essere più forti insieme.” Tempo di rispondere ad alcune domande verso il pavimento e 70 – disponibili con un “badge rosso”, ma l’individuo deve respingere agli ascensori. Capi di Stato o di governo unito l’ufficio del loro rappresentanza permanente, cartelle di spessore sotto il braccio. Ogni paese ha una sorta di piano (composto da un grande ufficio per il presidente e un laboratorio per i consulenti).

Quella della Francia è l’invidia: ha una bella terrazza. E ‘in questi luoghi fuori dalla vista che si tengono gli appuntamenti prima del vertice bilaterale (Giovedi, Olanda incontrato con Mario Monti) “, che lui è sempre in ritardo” , racconta una luoghi familiari. Nicolas Sarkozy era abituato a passare più volte durante la notte per fare il punto … con i suoi consiglieri e Peck alcuni cioccolatini immessi sul suo tavolo da caffè. Andiamo a fare un primo giro di colloqui almeno tre ore. Al piano terra, la stampa si agita. Una voce ha iniziato a diffondersi: Francois Hollande avrebbe parlato “a 19 ore”, per un punto sul patto di crescita prima delle conferenze stampa finali (cime alla fine del 2011, il presidente non era comparve davanti 3 del mattino). Strada sbagliata … I capi di Stato hanno preso così indietro nelle discussioni che devono andare avanti. La cena, che ha iniziato Giovedi alle 22 h 30 – 19 h invece di 15 previsto, salire le scale 80 – a lui accessibile, con un “oro” badge. In generale, ogni ufficiale “che mangia un buon pasto ancora”, ha detto un esperto, servita in una stanza dove nessuno ha il diritto di fumare in quanto una protesta contro le sigarette nel 2010 Jean-Claude Juncker! I dipendenti, si accontenta di un vassoio pasto in un locale attiguo. È qui che, nei corridoi, i negoziati sono più intense. “Si definisce tutto ciò che un sacco di dettagli per raggiungere compromessi,” dice un trader precedente. Per contattare il loro ‘capo’, i dipendenti non hanno altra scelta che irruppe nella stanza, o inviare note tramite ufficiali giudiziari. E di essere a conoscenza che viene detto all’interno, ogni paese ha una sorta di ufficiale di collegamento (a Antici, dal nome del diplomatico italiano che per primo ha tenuto questa posizione). Il Antici, che ricevono informazioni dal Segretario del Consiglio, unico “intruso” all’interno.

La crisi di liquidità peggiora (2°parte)

In Spagna, i risparmi sono quelli che sono, e il finanziamento per le istituzioni è chiuso: se si tenta di emettere obbligazioni, non li compra “, ha spiegato da una banca. Il settore ha la migliore immagine internazionale. Per il rischio-agenzia di rating Standard & Poor, per esempio, sei banche spagnole a junk bond. La banca ora corre al riparo da qualsiasi pericolo, ma vive a prestare denaro, che è il fondamento del vostro business, in modo che quando un solvente le richieste di credito aziendali, la lotta per essa e, paradossalmente, il suo finanziamento sta diventando sempre più costoso del Tesoro . “Il credito non può crescere in pochi anni, l’economia deve ridurre il suo debito, ma il problema è che i progetti di solvente lasciato fuori”, scrivono da un’altra entità.

La Spagna deve ridurre il volume di 1,8 miliardi di euro in prestiti e per farlo, l’ammortamento deve superare il nuovo credito concesso. AFI stima che il credito scenderà del 5,6% quest’anno e un altro 4,5% nel 2013. La Caixa, nel frattempo, stima che la riduzione della leva finanziaria in una crisi bancaria dura circa sette anni (in Spagna nel fine 2017). Il direttore generale di La Caixa e CEO di CaixaBank, Juan María Nin, stimato [prima del salvataggio] che il credito scenderebbe a 1,4 miliardi, quasi il 30% per quell’anno.

AFI stima che i prestiti scenderà del 5,6% quest’anno e del 4,5% nel 2013

Il problema è che incistano prestiti mattoni e altri settori e famiglie pagare il pifferaio. Tornabell, docente di finanza e exdecano ESADE, cita che “prima della crisi, le aziende erano tenute alla sua EBITDA è stato quattro volte il suo debito, ma ora è fino a cinque o sei volte”. Senza credito, l’economia è rotto, se la Spagna deve ora digerire l’eccesso di prestiti economici da boom: “Quello che suono è che il credito di un paese di crescere uno o due punti superiore al PIL, ma ora siamo in recessione”, ha detto Tornabell. Il prestito dovrà aspettare di crescere. L’apertura di Wall Street ha aggiunto inceridumbre, dopo la notizia che le vendite al dettaglio negli USA è sceso a maggio per il secondo mese consecutivo, secondo il Dipartimento del Commercio. Londra è riuscito a raschiare un aumento del 0,18% alla fine, ma Parigi è scesa dello 0,55%, Francoforte e Milano 0,14% 0,65%. Dall’altra parte dell’Atlantico, i principali indici azionari statunitensi attenuata nel commercio pomeriggio, un Dow Jones 0,18%, 0,13% per lo Standard & Poor e un 0,12% Nasdaq. Germania oggi ha messo i titoli di debito a dieci anni di valore di euro 4.042.000 ad un tasso di interesse del 1,52%, leggermente al di sopra del 1,47% prima del posizionamento, che è tenuta lo scorso 16 maggio. Nel mercato secondario, il tasso di 10 anni obbligazionario tedesco era pari al 1,5% prima che l’asta e ha ceduto leggermente a 1,45% negli anni successivi. Debito germanica è diventato un rifugio in cui gli investitori hanno accolto in fuga l’incertezza dei paesi periferici e quindi le prestazioni che richiedono elencato ai minimi storici. Il 1 ° giugno è sceso come il 1,125%, il livello più basso da quando esiste l’euro.

La crisi di liquidità peggiora

“I problemi di credito lascerà stretto tra due fronti: ti chiedono di pagare i propri fornitori prima, ma i vostri clienti richiedono più tempo per pagare. La gioia non tanto per nuovi investimenti, vero, ma quando i prestiti invito a manifestare interesse così alto, il margine di profitto rimane lì, in modo che per il progetto. ” Laquidain Alexander, presidente della Intertextile spagnola, riassume l’effetto diretto di questa crisi bancaria in società spagnole nella tua gilda, molto simili a quelle di qualsiasi società di media spagnola. Joan Tristany, CEO di AMEC, un’associazione di imprese che esportano merci, sente le stesse lamentele ad ogni riunione: “Abbiamo perso vendite rispetto ad altri concorrenti in Germania e in Francia perché possono vendere il prodotto e di offrire un credito l’acquirente e non lo facciamo. ” Ha detto il primo ministro, Mariano Rajoy, il mal di testa e di Laquidain Tristany essere alleviati grazie bit per il salvataggio di banche spagnole , il miliardario prestito che ha dovuto chiedere la Spagna ai suoi partner europei. Rajoy, come il ministro dell’Economia, Luis de Guindos, ha spiegato che questo piano aiuterà il credito torni a fluire di nuovo , e con esso, in quanto le aziende investono di più e creare posti di lavoro. Poi gli spagnoli consumano più di quanto producono attività e riattivare l’attività.

Ecco come il circolo virtuoso dell’economia. La prognosi male e Guindos Rajoy non è il banchiere più ed esperto finanziario che sostenitore. “Il prestito [europea] può essere definitiva a chi cade e chi non lo è, ma non sarà in termini macroeconomici per la crescita”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Banco Sabadell, Jaume Guardiola, in una tavola rotonda Venerdì scorso IESE . “Non possiamo aspettarci nulla di credito, al contrario, il credito cadrà”, ha detto. La banca prestito per consolidare il loro stato patrimoniale mattoni empachados: compensare la perdita di valore di tutta questa massa di asset tossici immobiliari o dubbi. “La priorità è ora quella di ottenere il capitale necessario e regolare questi equilibri, siamo entrati in una fase ciclica di poco credito più costoso,” ha dichiarato Alfonso Garcia Mora, International Financial Analyst (AFI). Si lascia meno soldi e più costosi. L’ultima indagine dei prestiti bancari, emessi dalla Banca di Spagna a maggio, prevede un inasprimento delle condizioni di prestito per le famiglie e le imprese finora quest’anno. I tassi di interesse richiesti dal settore privato hanno registrato “un ulteriore aumento” questo 2012, dopo un 2011 in cui già è aumentato dallo 0,4% allo 0,6%.

Le imprese esportatrici perdere vendite a concorrenti francesi o tedeschi dalla mancanza di credito

Spagna esce male in confronto con l’ambiente circostante. Il tasso di interesse sui nuovi prestiti inferiori a un milione di euro alle imprese era pari al 5,32%, un livello al di sopra della media della zona euro (4,19%), Italia (4,70%) o Germania (3,34%), anche se approvata dal Portogallo in salvo (7,31%) e Grecia (6,89%), secondo ad aprile la Banca centrale europea (BCE). Che fa male esportazioni. “Per le banche in grado di fornire o di finanziamento del capitale necessario, cioè il denaro che ci fornisci.

Tutto quello che devi sapere sui migliori conti correnti in Italia, le loro condizioni e servizi, e le nuove offerte per i risparmiatori.
Iscriviti via mail alle nostre news

Scrivi il tuo indirizzo e-mail:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia